Silvestro Montanaro è morto: il giornalista aveva 66 anni, si occupò di mafia e camorra e lavorò con Santoro in Rai

Venerdì 10 Luglio 2020
Silvestro Montanaro è morto: il giornalista aveva 66 anni, si occupò di mafia e lavorò con Santoro in Rai

Lutto nel giornalismo. È morto a 66 anni Silvestro Montanaro. Aveva cominciato la sua carriera come corrispondente di Paese Sera e poi dell'Unità, per poi in seguito approdare alla Voce della Campania. Li si occupò per anni di inchieste su mafia e camorra, e sui rapporti tra le cosche e i poteri politici ed economici. Montanaro entrò poi, nel 1989, a far parte della squadra di Michele Santoro in Samarcanda, e da lì proseguì la collaborazione in Rai nelle trasmissioni Il Rosso e il Nero e Tempo Reale, diventando coautore. In Rai, fu autore anche del programma C'era una volta in onda su Rai3, e condusse la trasmissione Dagli apAppennini alle Ande.

Tra i tanti messaggi di cordoglio al giornalista, anche quello di Fiorella Mannoia: «“L’unico dovere del giornalista è raccontare la verità”. E tu lo hai sempre fatto, con la schiena dritta e la coscienza pulita. Ciao amico mio, oggi siamo un po’ più soli», ha scritto la cantante su Twitter.

 


Claudio Ferretti, morto il giornalista di 'Tutto il calcio minuto per minuto' e conduttore del Tg3

Morto Sandro Petrone, storico volto del Tg2: il giornalista aveva 66 anni, appassionato di musica, da anni lottava contro un tumore

Morto Beppe Barletti, volto storico di 90° minuto

Ultimo aggiornamento: 14:59 © RIPRODUZIONE RISERVATA