Umbria Cinema Festival, sbanca Occhi blu con Valeria Golino

Umbria Cinema Festival, sbanca Occhi blu con Valeria Golino
2 Minuti di Lettura
Lunedì 20 Settembre 2021, 05:01

I PREMI
TODI Occhi blu, il film drammatico diretto dalla giovane Michela Cescon, interpretato fra gli altri da Valeria Golino ha fatto centro aggiudicandosi due premi all'Umbria Cinema Festival. All'opera sono stati assegnati i riconoscimenti come miglior film, premio consegnato da Giampaolo Letta, e miglior fotografia, consegnato da Vittoria Puccini. Ha ritirato gli artistici piatti usciti dalle mani degli artigiani derutesi la giovane regista, umbra d'adozione, al posto del direttore della fotografia Matteo Cocco che vive a Berlino. Durante la serata, presentata da Tiberio Timperi e Carolina Rey, cui hanno dato un importante contributo musicale Michele Zarrillo e l'Orchestraccia, hanno ricevuto gli altri premi Gianluca Iodice al quale è andato quello per la miglior sceneggiatura per il film Cattivo Poeta, ha consegnato Paolo Ruffini. Fortunato Cerlino ha invece ricevuto da Marco Giallini il riconoscimento come miglior attore per la sua interpretazione in Bastardi a mano armata. Miglior attrice, premiata dall'imprenditrice umbra Luisa Todini, la dodicenne Cristina Magnotti per Fortuna.A Christian De Sica, il sindaco Antonino Ruggiano ha consegnato il Premio Speciale dell'Umbria Film Commission. Momento significativo quello della consegna a Enrico Brignano del premio Gigi Proietti alla Carriera, consegnato da Marco Bocci. Brignano poi ha entusiasmato il pubblico con un esilarante monologo sui no vax. Todi è città abituata ad ospitare personaggi celebri, ma una parata di stelle, tutta concentrata così è cosa rara tanto che il pubblico che sabato notte ha gremito Piazza del Popolo per assistere alla consegna dei premi che la giuria artistica dell'Umbria Cinema Festival ha assegnato ai protagonisti, si è entusiasmato. Il Festival, le neonata creatura di Paolo Genovese che in pochissimo tempo ha saputo organizzare insieme ai suoi colleghi della Umbria Film Commission, una kermesse di questa portata, ha già tutti i numeri per essere il primo di una lunga serie. Ma dietro il concorso festivaliero, c'è l'Umbria Film Found, la fondazione presieduta da Genovese che, grazie a una consistente dotazione finanziaria ogni anno metterà a disposizioni delle produzioni cinematografiche che sceglieranno l'Umbria come sfondo per i loro film, un contributo di 200mila euro.
Luigi Foglietti

© RIPRODUZIONE RISERVATA