Scuola, opportunità con il Pnrr
E oggi arriva l'ex premier Conte

Scuola, opportunità con il Pnrr E oggi arriva l'ex premier Conte
di Andrea Apruzzese
2 Minuti di Lettura
Giovedì 23 Settembre 2021, 05:03 - Ultimo aggiornamento: 11:06

«Con il Pnrr possiamo restituire a Latina ciò che le è stato tolto; anzi, ciò che non ha mai avuto: ci sono bandi in uscita grazie ai quali si potrebbe cambiare il suo volto». Così si è espresso ieri il sottosegretario all'Istruzione, il leghista Rossano Sasso, in visita nel capoluogo pontino a sostegno della candidatura a sindaco di Latina per il centrodestra di Vincenzo Zaccheo, e per una presa di contatto con i problemi legati all'edilizia scolastica e della scuola in generale. Sasso ha visitato in particolare l'istituto Vittorio Veneto, prima scuola superiore della fondazione della città, «dove gli allievi mi hanno mostrato un video realizzato con Antonio Pennacchi, a cui va un ringraziamento per quanto ha scritto e quanto ha fatto», e la sede pontina dell'università La Sapienza, «una realtà che può favorire lo sviluppo del territorio», incontrando insegnanti e dirigenti, in quella occasione e anche nella conferenza del pomeriggio, raccogliendo le istanze di docenti precari.
Il suo primo pensiero va alle strutture: «Anche qui ci sono strutture che hanno bisogno di ristrutturazioni e adeguamenti: nel Paese, il 54% delle scuole è senza agibilità, o con barriere architettoniche, o con altri problemi strutturali. Con il Pnrr avremo a disposizione 20 miliardi di euro, con i quali gli enti locali potranno procedere, a fronte della presentazione di progetti, agli interventi di ristrutturazione, e anche di fondazione ex novo». Sasso ha precisato che «io sarò a disposizione della comunità, per accorciare le distanze con l'impero, e lo sarò a prescindere da chi vinca queste elezioni; però, certo, sarebbe forse più facile se lassù (in Comune, ndr) ci andasse una persona che ha già dato tanto». Alla domanda se le cifre messe in campo saranno sufficienti per le scuole d'Italia, Sasso ha risposto che «i fondi ci saranno, ma dipenderà poi dalla capacità delle amministrazioni»; e, sulla concreta possibilità anche di realizzare nuove opere, ha ammesso che «è auspicabile uno snellimento del carico burocratico». Zaccheo ha poi ribadito che «il centro storico può diventare il fulcro culturale della città, con il ritorno di Palazzo M a palazzo degli studi, riattivando un accordo di programma per la cessione dell'ex Icos, che non è mai decaduto».


Nel vivo della campagna elettorale, arriverà oggi a Latina l'ex premier, nonché presidente del Movimento 5 Stelle, Giuseppe Conte, a supporto della candidatura a sindaco di Gianluca Bono. Conte giungerà a Latina alle 11.30 per una visita al parco Falcone e Borsellino, e, a seguire, si sposterà al quartiere Nicolosi. Alle 18, in piazza del Popolo, si terrà il comizio di Nicoletta Zuliani, candidata sindaco con la propria lista e il supporto di Azione: Calenda parteciperà con un collegamento video.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA