Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Danilo Rea venerdì ai Salotti Musicali: «Improvviso sulle grandi melodie»

Danilo Rea venerdì ai Salotti Musicali: «Improvviso sulle grandi melodie»
di Serena Nogarotto
3 Minuti di Lettura
Giovedì 7 Luglio 2022, 09:30

Continua in grande stile la nona edizione di Salotti Musicali Summer Festival, organizzata dall'associazione culturale Eleomai in collaborazione e con il contributo della Fondazione Varaldo di Pietro. Sarà Danilo Rea e la sua celebre improvvisazione di piano solo ad animare, venerdì 8 luglio, i Giardini del Comune di Latina per il secondo appuntamento in cartellone. Un concerto intenso ed emozionale di uno tra i più grandi pianisti italiani contemporanei. «Per me è una vecchia frequentazione quella con i Salotti musicali e con il direttore artistico Alfredo Romano, che è un mio caro amico. commenta Danilo Rea Venerdì, il pubblico di Latina ascolterà un'improvvisazione estemporanea su temi molto noti, come sempre accade nelle mie performance. La mia idea di concerto è proprio quella di un viaggio attraverso le melodie che sono patrimonio di tutti. Il resto è improvvisazione».
Un viaggio musicale che parte dai capisaldi del jazz, passa per le più belle canzoni italiane ed internazionali, e arriva fino alle arie d'opera. Nella dimensione in piano solo, il maestro Rea dà forma al suo talento naturale per l'improvvisazione che lo porta a spaziare su qualunque repertorio e a plasmare qualsiasi melodia. «Modugno, De Andrè, Beatles Cerco di improvvisare su un repertorio a 360 gradi - continua il pianista - Con il tempo e l'esperienza questo è diventato il mio modo personale di improvvisare. A Latina presenterò un lungo viaggio musicale: più di un'ora in piano solo, spesso senza interruzione: da un brano si entrerà ad un altro, quasi fossimo in un sogno». Uno show dinamico in cui l'improvvisazione resta sempre la protagonista assoluta.
«Per me l'intento della musica è quello di emozionare. La mia è un'improvvisazione che nasce sulla bellezza delle melodie che mi ispirano. Ma quando invento, lo faccio sempre attorno a qualcosa che ho in comune con chi mi ascolta. Tutto parte da una base melodica che amo e che solitamente è molto conosciuta, e da lì accade di tutto: una sorta di magia. Chi ascolta sente nascere intorno a quel brano, qualcosa di nuovo, di diverso».
L'estro creativo e la sensibilità artistica del pianista proietteranno gli spettatori in una realtà nuova, tutta da scoprire che cambia continuamente forma. «Nei miei spettacoli - sottolinea il maestro Rea - il pubblico ha un ruolo fondamentale. Quando suono, sono in continuo ascolto della platea che ho davanti. L'artista che deve sempre rapportarsi con chi lo ascolta Ogni performance è unica perché influenzata dal luogo che la ospita e che può suscitare nell'artista determinate emozioni e dalla reazione del pubblico che non dipende da uno o più applausi, ma dal contatto emotivo che si stabilisce quasi per magia tra il musicista e chi mi ascolta». Il concerto inizia alle ore 21. Il costo del biglietto è di 23 euro. Per ulteriori informazioni contattare il numero 338.4874115 oppure visitare il sito www.isalottimusicali.it. Circuito prevendite: www.boxol.it
Serena Nogarotto
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA