Borchiate e colorate, a Roma è sneakers-mania

Domenica 8 Aprile 2018 di Gustavo Marco Cipolla
Kickit Officine Farneto Roma

Colorate, borchiate, con e senza stringhe o, per i più audaci, nella versione animalier. Sono arrivate a Roma da tutta Europa, molte sono rigorosamente made in Italy (80 i venditori presenti) e, per un giorno, fino alle 23 di stasera, renderanno felici fanatici e collezionisti. Alle Officine Farneto è snekers-mania con "Kickit", la giornata dedicata alle calzature sporty tra stand, gastronomia, musica live e volti noti della tivù e del web appassionati di street style, come l'influencer Selma Kaci Sebbagh, Leonardo Bocci, star di YouTube del duo Actual insieme a Lorenzo Tiberia, e l'attrice Myriam Catania.
 

 

«Me lo avevano descritto come un evento internazionale ed effettivamente è così. Sono stupita che si siano riusciti. In città non si vedono mai eventi del genere, con tanti giovani, molti talenti e una grande energia», confida la bella Myriam, che sfoggia un look total black, e aggiunge «da sempre sono promotrice di novità, avevo pensato ad una mia produzione come talent scout e ho anche creato un mio brand. Lo street style mixa il gusto giovanile che viene dalla strada con un occhio attento alla comodità. Ed è allo stesso tempo fashion perché guarda alla moda in modo coraggioso». L'ideatore dell'iniziativa è Fabrizio Efrati, owner dello store “I love Tokyo” che nel suo negozio in via dei Giubbonari anticipa i trend streetwear e hip-hop nella Capitale. Esperienze di workshop all'insegna della customization e della personalizzazione delle proprie fantasiose sneakers, il sound alternativo di Touch The Wood che diventa la colonna sonora di un evento urban style dove non mancano chicche vintage, dalle Adidas alle Diadora fino alle Nike, e che gli estimatori non si lasciano scappare.

«Bisogna entrare in Europa con tutti e due i piedi, senza restare indietro. Da Roma arriveremo anche a Milano il prossimo dicembre e chi viene qui oggi trova tutto ciò che sul web e nei negozi va subito a ruba», spiega l'organizzatore Fabrizio Efrati. C'è il designer iberico Laro Lagosta che dal Portogallo presenta una capsule limitata in 100 pezzi mentre tra materiali sperimentali, nuove texture e stoffe, si viaggia nel mondo orientale con Shun, artigiano capitolino che delle Asics ne fa vere e proprie opere d'arte con stampe, disegni e illustrazioni di ispirazione nipponica. T-shirt e capi d'abbigliamento ricercati con maxi-loghi e all-over printed, poi cappellini e visiere di tutti i tipi. Per gli hipster e i modaioli barbuti non manca il salone di bellezza con MC Barber Shop, nel caso in cui si decidesse, tra un acquisto e un altro, di darci un taglio e concedersi piccole coccole beauty.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA