Latina, lo sfogo di Mario Somma: Salernitana, mi ha cacciato Fabiani

Sabato 23 Agosto 2014
LATINA - «Mi hanno cacciato via. Mi hanno strappato un sogno.». Ecco la veritŕ di Mario Somma, l'allenatore di Latina esonerato dalla Salernitana. Uno sfogo senza mezzi termini. E l'obiettivo č uno: il direttore sportivo Angelo Fabiani, da cui č stato scaricato, unico cvolpevole del suo esonero. Questa mattina la conferenza stampa al Polo Nautico . Si parte dall'amichevole, tutt'altro che amichevole, di Eboli con il Parma. Che finisce quasi in rissa. Questo l'inizio della lite con Fabiani? «Mi ritrovo - dice Somma - 3.900 euro di multa su un contratto di 30.000 euro netti. Questione di etica, mi rispose Fabiani. Gli dissi se questo sei tu, io con te non ci lavoro e me ne vado. Capì d’aver fatto una cavolata e mandò in avanscoperta Avallone e Ferrara per ricucire lo strappo. Domenica alle 14,30 mi arriva un messaggio di Fabiani chiedendomi di vedermi. Ho lasciato tutti i miei effetti al Volpe, sarei ritornato alla ripresa degli allenamenti. Invece è venuto a casa mia a comunicarmi l’esonero perchĂ© alcuni giocatori non erano contenti della mia gestione. Ammesso e non concesso fosse così, era fisiologico perchĂ© non possono giocare tutti. Chi sta fuori non può mai essere contento, ma i giocatori in questo caso non c’entrano niente. Sono stati usati per innescare una miccia. Mounard, Foggia e Ginestra si sono sempre comportati benissimo. FinchĂ© non ha avuto la colica, Pasquale l’ho sempre tenuto in considerazione e portato ad esempio...»



© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

"Viaggio sul 44, l'autobus del diavolo"

di Pietro Piovani