Spara ai ladri e ferisce 16enne, il procuratore: «Scorta h24 per il proprietario di casa»

Domenica 28 Aprile 2019
6
Spara ai ladri e ferisce 16enne, il procuratore: «Scorta h24 per il proprietario di casa»

In queste ore gli inquirenti sono «alla ricerca dei complici che hanno tentato il furto. In questo ambito, per tutelarne la sicurezza, abbiamo disposto una vigilanza h24 nei confronti del proprietario dell'abitazione presa di mira. È stato lui stesso, intorno alle 19 di venerdì scorso, ad avvisare il 112 che estranei erano entrati nella propria abitazione». Così il procuratore capo di Tivoli, Francesco Menditto, sul ferimento di un 16enne avvenuto a Monterotondo durante un furto nellabitazione di Andrea Pulone, il 29enne che nel tardo pomeriggio di venerdì ha sventato una rapina nella sua abitazione a Monterotondo sparando alcuni colpi di pistola e ferendo uno dei rapinatori.

LEGGI ANCHE Spara ai ladri e ferisce 16enne: «Io urlavo ma loro restavano lì, ho fatto fuoco per spaventarli»

«In queste ore, grazie al lavoro del comando provinciale del carabinieri e del pm titolare dell'indagine, stiamo mettendo in fila tutti i tasselli di questa vicenda per poi procedere, nella giornata di domani, a formalizzare le nostre determinazioni nel registro degli indagati», spiega il procuratore capo di Tivoli, che aggiunge: «Al momento - ha aggiunto il procuratore - il reato per cui procediamo è quello di furto in abitazione».

Il magistrato, inoltre, ha voluto precisare che «le eventuali decisioni di iscrivere nel registro degli indagati l'autore degli spari non è influenzata dalla nuova norma sulla legittima difesa che, tra l'altro, non è ancora entrata in vigore». È stato ritrovato e sequestrato dai carabinieri il piede di porco utilizzato dai ladri per entrare nell'abitazione. Potrebbe trattarsi della spranga che, secondo quanto raccontato dal proprietario di casa, aveva in mano uno dei malviventi quando il 29enne ha sparato. Nel giardino dell'abitazione sarebbero state anche isolate tracce di sangue che dovrebbero appartenere al ragazzo "scaricato" poco dopo davanti al pronto soccorso del policlinico Gemelli con una ferita d'arma da fuoco all'addome. Il 16enne, nato in Italia ma di origini albanesi, ha alle spalle un precedente per furto.

Gli investigatori sarebbero vicini all'identificazione degli altri banditi. A quanto ricostruito erano in quattro. L'auto utilizzata sarebbe stata presa a noleggio. Venerdì sera in tre sono entrati nell'abitazione dopo aver divelto una porta-finestra al pian terreno, mentre il quarto faceva il palo. Il 29enne era da poco rientrato dal mare con la fidanzata ed stava facendo la doccia al piano di sopra quando ha sentito i rumori. Dopo aver preso la sua pistola, regolarmente detenuta per uso sportivo, è sceso al piano inferiore e ha aperto la porta del salone sorprendendo i ladri.

«Nel momento in cui una persona purtroppo intraprende un percorso di vita dedito al crimine è quella stessa persona a mettere in pericolo la sua vita. Se non fosse entrato nella proprietà tutto questo non sarebbe successo», ha detto Andrea Pulone  intervenuto ai microfoni de «l'Italia s'è Desta» su Radio Cusano Campus. E a chi gli faceva notare che sono le stesse parole di Salvini ha replicato: «Magari lui lo dice in maniera più colorita però in fin dei conti il discorso è quello». L'uomo ha aggiunto: «Ora ho paura. Ho avuta ritirata la mia pistola. Mi dedico al tiro sportivo ed è un hobby ma ora mi sento poco tutelato. Percepisco una sensazione di insicurezza perché sono stato coinvolto in una storia del genere. Ho paura di possibili ritorsioni ed ora non sono neanche più armato».

 

Ultimo aggiornamento: 30 Aprile, 10:19 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Chiamare il 112 svedese e scoprire che è peggio di quello di Roma

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma