L’Aquila, Honoka: il sogno è realtà, studierà in città

L’Aquila, Honoka: il sogno è realtà, studierà in città
di Daniela Rosone
3 Minuti di Lettura
Lunedì 27 Gennaio 2020, 14:15

L’AQUILA - Si chiama Honoka Miki ma per tutti ormai all’Aquila è Michela. Viene dal Giappone, da Osaka. Con gli aquilani l’accomuna il terremoto perché anche dove vive lei è territorio sismico e nel 2018 la sua città tremó.

Lo aveva promesso e alla fine ha pianificato il suo viaggio in Italia. All’Aquila per l’esattezza. Una decina di giorni in città prima di ripartire per il Giappone, per incontrare amici aquilani conosciuti su Facebook e grazie ai quali ha perfezionato anche la lingua e soprattutto per conoscere più da vicino l’Universitá dell’Aquila alla quale, a settembre, si iscriverà dopo aver terminato il liceo.

Questo era il suo sogno grande che si sta per realizzare. La sua storia parte da lontano ed è rimbalzata all’ateneo cittadino grazie ad un semplice tweet che allegava una lettera scritta a mano in bella calligrafia in cui Michela, liceale 17enne, manifestava la volontà di trasferirsi nel capoluogo per studiare, per essere vicina ai terremotati, per poterli in qualche modo aiutare. E infatti si iscriverà alla facoltà di Psicologia. Ormai è deciso. Ma piace anche l’idea del nuovo corso che verrà arrivato il prossimo anno in materia di protezione civile. 

“La storia, la città, gli aquilani che sono gente buona e simpatica - racconta Honoka Miki al Messaggero che per la prima volta mesi fa ha raccontato la sua storia - questo mi piace dell’Aquila. Ho incontrato tanti amici in questi giorni, visitato le 99 cannelle, la basilica di Collemaggio, la chiesa delle Anime Sante e tanti altri monumenti senza dimenticare le vittime e l’omaggio alla casa dello studente. Qui è tutto bellissimo e si mangia anche molto bene”.

La incontriamo in una fredda mattina aquilana in Piazza Duomo. Una chiacchierata veloce, sull’agenda ci sono altri amici da conoscere e pure gli arrosticini tanto ambiti a pranzo da provare. L’arrivo di Honoka ha suscitato sentimenti di amicizia e simpatia da parte di molti aquilani che hanno voluto conoscerla dal vivo dopo un periodo di rapporti solo epistolari via social.

E come le star internazionali (vedi Jennifer Lopez) cercano posti in Italia per vivere alla ricerca di tranquillità, la storia di questa ragazza semplice ma tenace e determinata innamorata dell’Aquila, merita di essere raccontata. Per tutti Honoka porta souvenir dal Giappone, dolci consegnati agli amici aquilani che incontra nel suo viaggio, che conserva nel suo zainetto rosso e nero.

Da due anni circa studia la lingua da sola. Racconta di aver vissuto il terremoto del Giappone orientale nel 2011 che è stato il più potente mai avuto li e il quarto a livello mondiale con oltre 15 mila morti ma ha vissuto anche quello di Osaka qualche anno fa, città portuale e commerciale dell’isola di Honsu dove vive. Il Gioppone, si sa, in termini di prevenzione fa scuola, da lì l’idea in qualche modo di venire ad aiutare, anche occupandosi di prevenzione magari fondando una onlus, questa era pure un’idea da portare avanti.

Honoka intanto ben presto sarà una studentessa dell’Ateneo aquilano.  Sulla sua pagina Facebook in questi giorni pullulano foto con amici e cibi aquilani. La promessa è di rivedersi a settembre quando lei tornerà in pianta stabile (già sta cercando casa) ma questa volta non solo con uno zainetto sulle spalle ma con una valigia piena di sogni e speranze. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA