Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Un carabiniere alla guida del Parco d'Abruzzo: il direttore è il colonnello Sammarone

Un carabiniere alla guida del Parco d'Abruzzo: il direttore è il colonnello Sammarone
di Sonia Paglia
1 Minuto di Lettura
Martedì 20 Agosto 2019, 09:23
L’area protetta più importante d’Italia, il Parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, ha un nuovo direttore. E’ Luciano Sammarone, 54 anni, colonnello dei Carabinieri Forestali, comandante dell’Ufficio Territoriale Carabinieri per la Biodiversità, di Castel di Sangro. Un curriculum di alto profilo, con competenze specifiche quello di Sammarone, originario di Capracotta, (IS), il secondo comune più alto degli Appennini, con i suoi 1421 metri di altitudine. Una laurea in Scienze Forestali, conseguita con lode, all’Università degli Studi di Firenze. Numerosi gli incarichi ricoperti. E’ stato comandante provinciale del Corpo Forestale di Isernia, componente del tavolo tecnico Patom, della Regione Molise. Ma prima, capo del coordinamento territoriale per l’ambiente per il Pnalm, e responsabile nazionale nell’ambito del progetto Life Arctos, del
coordinamento delle squadre addette alla gestione delle emergenze, da
orsi confidenti.
© RIPRODUZIONE RISERVATA