Export, la sorpresa Tuscia: nei primi sei mesi
incrementi record nell’agroalimentare, volano i latticini

Export, la sorpresa Tuscia: nei primi sei mesi incrementi record nell’agroalimentare, volano i latticini
2 Minuti di Lettura
Lunedì 29 Settembre 2014, 15:13
​Segnali importanti, in una fase acuta della crisi economica, arrivano dall’analisi sulle esportazioni. Con il Viterbese in netta controtendenza rispetto al resto d’Italia. Lo certifica la Camera di commercio, dopo aver analizzato i dati relativi alle merci destinate a partire in direzione dell’estero nei primi sei mesi del 2014. Se si guarda al solo settore agricolo e all’agroindustria, le esportazioni crescono del 60% con un incremento record per i prodotti lattiero-caseari: più 345%). Con l’intero settore agroalimentare ad andare bene (più 35,2), considerando che da solo rappresenta il 29% dell’export totale della provincia.

Insomma, le imprese locali guadagnano terreno rispetto ai sei mesi dello scorso anno: si registra un aumento del 16,3 per cento, laddove la media in Italia è del 3,1 e quella del Lazio addirittura negativa: -3,1. La ceramica mostra segnali di ripresa anche in questo primo semestre, con un più 11,3. Positiva la lettura della situazione dal presidente dell’ente camerale Ferindo Palombella: «Anche se sono dati provvisori, e quindi vanno valutati con cautela, le nostre imprese sono sempre più consapevoli che il loro sviluppo passa per l’export».
© RIPRODUZIONE RISERVATA