A Viterbo un miniesercito di candidati per Palazzo dei Priori: 8 a sindaco, 724 per consigliere

Comune di Viterbo, aula del Consiglio
di Carlo Maria Ponzi
3 Minuti di Lettura
Sabato 14 Maggio 2022, 19:02

Otto candidati a sindaco: quattro donne, quattro uomini. Ventiquattro liste, 724 i candidati al consiglio comunale. Ieri mattina sono stati depositati ufficialmente i nomi dei pretendenti, o per la fascia tricolore, o per uno scranno (32 a disposizione) nella Sala d’Ercole. Da oggi, pronti via, per una maratona elettorale lunga 30 giorni che si concluderà il 13 giugno con l’apertura delle urne, fatto salvo l’allungamento fino al 26 giugno per il probabile ballottaggio tra i due più votati.

Questi i protagonisti della contesa. Laura Allegrini, 3 liste: “Fratelli d’Italia”, “siAmo Viterbo”, “Popolo per la famiglia”. Carlo Cardona. “Italexit” del senatore Gianluigi Paragone. Luisa Ciambella, 2 liste: “Per il bene comune” e “Viterbo la splendida”.

Chiara Frontini non ha risparmiato: è sostenuta da 6 liste: “Viterbo 2020”, “Viterbo Cambia”, “Con Chiara per Viterbo”, “Viterbo fa squadra”, “La Tuscia nel Cuore” e “Apro Rinascimento” di Vittorio Sgarbi.

Giovanni Scuderi corre in solitaria con la civica #Credi nel futuro. Alessandra Troncarelli, 8 liste: “Pd”, “Viterbo dei cittadini”, “Noi insieme per Viterbo”; “Fare per Viterbo”, “Contatto”, Viterbo sul serio” (Viva Viterbo), “Movimento 5 stelle”, “Viterbo cresce” (che annovera i transfughi di Forza Italia, primo fra tutti l’ex sindaco Giovanni Arena).

Carlo D’Ubaldo è il vessillifero della “Sinistra per Viterbo”. Infine, Claudio Ubertini, schiera due formazioni: da una parte “Lega”, dall’altra “Forza Italia- FondAzione- Udc”.

A scorrere le liste balzano agli occhi due “partiti”: il primo è composto da quanti vogliono a ritornare a palazzo dei Priori dopo avervi trascorso tanti giorni negli ultimi lustri; il secondo schiera una pletora di medici tra dirigenti di ospedalieri, medici di famiglia, specialisti.

Del primo elenco, basterà citare, Giovanni Arena, Alvaro Ricci, Paolo Barbieri, Marco De Carolis, Sonia Perà, Mario Quintarelli, Paolo Bugiotti, Elpidio Micci, Giacomo Barelli, De Alexandris Maria Rita, Antonella Sberna, Antonio Scardozzi, Marco Ciorba, Patrizia Notaristefano, Gianluca Grancini, Matteo Achilli, Marco Prestininzi, Lina Delle Monache, Marco Torromacco, Christian Scorsi, Antonio Obino, Gianluca De Dominicis.

Tenta il ritorno anche Antonella Bruni, (Italexit), che negli anni novanta dell’altro secolo fu presidente del Consiglio con i colori di Forza Italia. Non saranno della partita Gianmaria Santucci, leader di FondAzione, e Paolo Bianchini, già capogruppo di FllI, e ora presidente di Mio (movimento, impese, ospitalità), che ha annunciato l’appoggio a Carlo Cardona di “Itaexit”

Nel partito dei medici saltano agli occhi, fra gli altri, Antonella Proietti, Antonio Castagnaro, Enrico Zonghi, Luciano Pompei, Alessandro Maria Chizi, Luigi Miralli, Nicolò Perroni, Roberto Miccinilli, Carlo Pizzoni, Franco Bifulco, Anna Rita Giaccone.

© RIPRODUZIONE RISERVATA