Annalisa Minetti, prima il concerto poi l'abbraccio ai bimbi di Haiti

Lunedì 9 Settembre 2013 di Federica Lupino
Annalisa Minetti con il piccolo Jarry

VITERBO - Il concerto a Civitella d'Agliano ha voluto dedicarlo a lui, il piccolo Jerry, e a tutti gli haitiani che nel paese della Teverina vivono dal 2010.

Annalisa Minetti, cantante e atleta paraolimpica, quel bimbo lo aveva conosciuto nel gennaio del 2011 a Roma, in occasione della corsa del giocattolo. Quando è stata ingaggiata per cantare alla festa patronale di San Gorgonio, le hanno riferito che il piccolo scappato dal terremoto avvenuto sull'isola caraibica, era morto il 23 aprile del 2012 a soli quattro anni per leucemia mieloide acuta.

Lei, da sempre impegnata nel volontariato, ha voluto non solo rendergli omaggio ma anche incontrare Yv, il fratello maggiore, e Olga, la sorellina, insieme ai cuginetti Belinda e Rubens. I quattro bambini, insieme a otto adulti, vivono ancora a Civitella d'Agliano grazie all'impegno di "Un arcobaleno per Haiti", associazione che ha ereditato nel febbraio del 2011 il progetto dalla Cri (originariamente i rifugiati erano in 26, poi una parte sono rientrati in patria).

Proprio perché i volontari non hanno alcun sostegno pubblico e vivono di fondi privati, Minetti ha annunciato che organizzerà un concerto per raccogliere fondi, in cui lei si esibirà gratis. Inoltre, inviterà i piccoli al prossimo Golden Gala dell'atletica leggera a Roma. Durante l'incontro nella sede dell'associazione, lei ha cantato le sigle dei film d'animazione Disney in cui interpretava, tra gli altri, il personaggio della Sirenetta. I volontari le hanno regalato la foto scattata con Jerry nel gennaio del 2011 di cui lei ha ancora vivo il ricordo: "Era, anzi è - ha detto - un bimbo meraviglioso".

Ultimo aggiornamento: 21:55 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Che cosa fa litigare i negozianti e i padroni dei cani

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma