Angelina Jolie e Michelle Pfeiffer alla serata di Maleficent 2

EMBED
Il rapporto Jolie-Pfeiffer, o Malefica-Ingrith, è ciò che porta avanti la tensione di Maleficent 2. Ma c'è anche Aurora, di nuovo col volto (cresciuto) di Elle Fanning. Cosa ne pensa Jolie, madrina nella storia e sul set? «In fase di preparazione, avevamo pensato che Aurora potesse essere più dura, prendere una spada e combattere lei stessa. Ma non sarebbe stato giusto, ci sono molte forme di forza e lei ne incarna una diversa, non combatte fisicamente ma è la più forte di tutti, in un altro modo». Maleficent: Signora del Male, in fondo, è anche un film sulla maternità. «Credo che la famiglia non sia solo quella di sangue» commenta ancora Angelina Jolie. «Sono stata fortunatissima nel costruirmi una famiglia, da cui ho imparato tantissimo. È una questione importante e voluta, nel film, la sfida tra Malefica e Ingrith su questo punto». «Parlare di 'vera madrè o 'vera figlià è sintomo di ignoranza» aggiunge Michelle Pfeiffer, «ma si sente spesso là fuori e ogni volta fa male. Per questo nel film ho cercato di essere più ignorante possibile».

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Termini, la brutta cartolina della fila chilometrica per i taxi

di Mauro Evangelisti