Covid, Galli: «Sputnik? E' un vaccino importante»

EMBED

«Sputnik nasce teoricamente male per motivi mediatici e con grande scetticismo dalla componente scientifica occidentale assenza di dati». Lo ha detto a Sky TG24 Massimo Galli, virologo del Sacco di Milano, ospite di Timeline. «Poi ci sono stati dati interessanti seguiti da dati importanti della sperimentazione di fase 3 e non si può che considerarlo un vaccino importante e interessante. Anche perché c’è un aspetto particolare, si tratta infatti di un vaccino con adenovirus vettore nel quale vengono utilizzati due adenovirus diversi come vettori uno per la prima e uno per la seconda riducendo di molto quella interferenza che il sistema immunitario umano potrebbe avere reagendo contro gli adenovirus in questione».

Italia-Svizzera 3-0: il videocommento di Ugo Trani