La marcia silenziosa per ricordare la deportazione degli ebrei romani

EMBED
Una marcia contro quel male che si annida, ancora oggi, «nella discriminazione e nell'odio razziale». Un corteo per ricordare quella che fu una tragedia non solo della città di Roma, ma dell'umanità intera, ferita e calpestata dalla lucida follia dei nazisti e da quel piano di sterminio di cui gli ebrei dovettero pagare le conseguenze, con la vita. Anno dopo anno, questo momento, questo incontro di persone che vogliono ricordare per non dimenticare quel 16 ottobre del 1943, è un'occasione per difendere il sacrificio di quanti sono stati assassinati.

Continua a leggere l'articolo

(video Andrea Giannetti / Toiati)

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma, sul tram 8 l'incontro con l'assassino

di Pietro Piovani