Bed and breakfast a luci rosse: vitto, alloggio e servizi... collaterali

EMBED
Per riempire il suo Bed and breakfast anche nei momenti in cui c’era poca richiesta si era inventato un’attività parallela. Contattava attraverso i siti web diverse prostitute nel Nord Italia e offriva loro un alloggio in cambio di 50 € al giorno. Al tempo stesso garantiva una serie di servizi collaterali, tra i quali fare la spesa per le sue ospiti. In cambio riusciva sempre ad avere il tutto esaurito. Vasto il giro di clienti che arrivava anche da fuori provincia nell’appartamento di Fiammoi nella prima periferia di Belluno. Dopo mesi di indagine i carabinieri hanno denunciato il pensionato per il reato di favoreggiamento della prostituzione. Per lui inizialmente il gip aveva disposto la misura del divieto di dimora in provincia. Il pubblico ministero Simone Marcon a chiesto per lui il rinvio a giudizio.


LE VOCI DEL MESSAGGERO

Calimero e la gabbianara della Balduina

di Marco Pasqua