Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Vaticano, sfratto per l'ex comandante dei gendarmi Giani: dovrà lasciare l'appartamento ad agosto

Vaticano, sfratto per l'ex comandante dei gendarmi Giani: dovrà lasciare l'appartamento ad agosto
di Franca Giansoldati
2 Minuti di Lettura
Lunedì 13 Luglio 2020, 14:38 - Ultimo aggiornamento: 14 Luglio, 09:14

Città del Vaticano - Papa Francesco ha già fissato la data. Sfratto di casa in vista per l'ex comandante dei gendarmi, Domenico Giani. Entro i primi di agosto dovrebbe lasciare l'appartamento situato vicino a San'Anna, in territorio vaticano, nel quale ha sempre abitato con la famiglia. Una misura che, spiegano in Vaticano, rientra nella nuova linea del pontefice di rigore e coerenza.

Papa Francesco l'unico leader che rifiuta la mascherina, persino Trump l'ha indossata
Papa Francesco rompe il silenzio: «Penso a Santa Sofia, sono molto addolorato»

Giani era stato liquidato a seguito dell'inchiesta sul famoso immobile a Londra, per avere fatto diffondere le foto segnaletiche dei cinque funzionari vaticani sospesi dalle funzioni e, solo in seguito anche licenziati. L'unico dipendente che ha mantenuto l'incarico, anche se spostato in un altro dicastero, è la funzionaria Caterina Sansone.

Dopo le dimissioni, ad ottobre, il Papa aveva insignito Giani di una onorificenza e lo era anche andato a trovare  casa per un saluto formale alla famiglia. Un atto di rispetto. Ora per Giani si tratta di lasciare anche  l'appartamento e, secondo il tam tam interno, dovrebbe essergli tolta la cittadinanza vaticana come è accaduto anche per i funzionari licenziati. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA