Terni, lo shopping di Natale parte bene ma senza luminarie: «Le offerte devono ancora essere esaminate»

Terni, lo shopping di Natale parte bene ma senza luminarie: «Le offerte devono ancora essere esaminate»
di Aurora Provantini
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 23 Novembre 2022, 00:05

TERNI - La grande stagione dello shopping di Natale è iniziata in anticipo, a Terni. Di domenica anziché di lunedì, col fatto che molti negozi sono restati aperti nel giorno di festa. Ma al buio, dal momento che il bando del Comune che doveva far brillare il centro in occasione del black friday, non è stato aggiudicato. L’unica offerta “valida” verrà esaminata il 24 novembre dalla commissione di tecnici, mentre il “venerdì nero” è  il 25, il giorno seguente. Lungo via Beccaria e via Carrara i commercianti hanno provveduto a far montare le stesse luminarie che lo scorso anno avevano creato quell’atmosfera che favorisce gli acquisti di Natale. Ma quelle (anche via Angeloni) sono strade del centro in cui il bando del Comune non arriva, quindi non sono obbligate ad attendere i tempi di Palazzo Spada. Legate ai ritardi, invece, tutte le altre parti del centro, e per la prima volta corso Vecchio. Dove, in aggiunta al cielo stellato previsto dalla gara pubblica, i titolari delle attività commerciali decidono di appendere cinquanta lanterne fuori dai loro negozi. Cinquanta decorazioni natalizie che verranno accese a partire dal 25 novembre. «Dal giorno in cui in tutto il mondo e anche a Terni, la persone iniziano ad acquistare i regali da mettere sotto l’albero». «Da tempo, ormai, il black friday rappresenta l’evento commerciale più importante dell’anno. Da tempo, ormai, i consumatori attendono la terza settimana di novembre per fare acuisti di un certo tipo. E da tempo, ormai – spiega Daniela Tedeschi, portavoce dei commercianti di corso Vecchio - addobbiamo la nostra via a partire da quella data». I ribassi raggiungono anche percentuali da capogiro:  il 70 per cento in alcune catene anche se solo per determinati articoli. E nelle profumerie, nelle boutique, nei negozi di arredamento, le promozioni fanno risparmiare circa il 25 per cento alle famiglie. Perciò c’è tanto movimento. Perciò i commercianti tengono aperti i negozi anche la domenica. «Nonostante manchi il cielo stellato, c’è un bel movimento» -a detta di Andrea Manili (abbigliamento uomo). «Per quanto riguarda il mio settore – sottolinea Manili - a fare da volano alle vendite sono le cerimonie, che per la prima volta si estendono fino al mese di novembre». Per le altre attività, sono le “offerte nere” ad attrarre.

«I nostri clienti si aspettano di trovare offerte vantaggiose, in negozio – spiega Daniela Tedeschi – e noi non vogliamo deluderli. Al black friday segue il cyber monday e poi il Natale. Un mese intenso, dal 25 novembre al 25 dicembre, in cui si concentrano le maggiori opportunità di vendita prima dell’arrivo dei saldi». Determinante per il fatturato annuo. Perciò le cinquanta lanterne. Per inaugurare la stagione delle vendite di Natale al meglio, considerato che centri commerciali e supermercati già sono rivestiti di luminarie.

© RIPRODUZIONE RISERVATA