Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Perugia, sfregiata con lo spray la madonnina di San Marco. I residenti la ripuliscono subito

La statua sfregiata con lo spray a San Marco
di Riccardo Gasperini
2 Minuti di Lettura
Domenica 12 Giugno 2022, 07:51

PERUGIA Un altro sfregio in un quartiere. Stavolta anche più pesante del solito, di quelli che lasciano letteralmente a bocca aperta i residenti per l’assurdità. Qualcuno di loro si è subito mobilitato per rimediare, ma resta il problema del perché sia stato fatto quel danno. È successo tutto a San Marco, nella centralissima e molto transitata via dell’Acquario. Qualcuno ha sfregiato con lo spray la madonnina che da anni è all’incrocio con via dello Zodiaco, a pochi metri dalla scuola primaria. Se ne sono accorti alcuni residenti nella giornata di venerdì. I più attenti, assicurano che la mattina il volto della statua era pulito, mentre nel tardo pomeriggio si presentava tutto nero. Una scia di vernice, di colore nero, si notava anche sul busto. Un segno finito come per scappare di corsa dopo aver spruzzato lo spray sul volto. «Questo è un danno bello e buono», hanno commentato alcuni residenti, altri hanno parlato direttamente di atto vandalico. Lì non ci sono telecamere stradali che possono dare una mano a capire chi possa essere stato a compiere questo gesto fuori luogo. Impossibile quindi capire chi sia stato, ma di certo il caso ha lasciato a bocca aperta tutti. A quella madonnina, nel cuore di San Marco, moltissimi residenti sono particolarmente legati. Come riporta una lastra di marmo incisa e posizionata ai piedi della statua, si trova lì dall’ottobre del 1956. Alcuni residenti se ne prendono cura quasi ogni giorni e forse proprio uno di loro, ieri, si è subito mobilitato per ripulire la statua. Nella tarda mattinata si presentava già con il volto pulito. Rimane l’amarezza per quel gesto che allunga la serie di atti vandalici che in questi giorni si stanno verificando in moltissimi quartieri. In tanti casi sembra si tratti di gruppi di giovani. Questo raccontano le segnalazioni dei cittadini che, ad esempio, partono da Villa Pitignano dove non sembra esserci pace. Dopo un periodo difficilissimo per i furti, ora c’è la piaga dei vandali. Anche nei gruppi social del quartiere se ne parla e c’è chi racconta addirittura di un intervento delle forze dell’ordine. Di mira sembra sia stata presa la pensilina di una fermata del pullman. Lo stesso è accaduto nella zona alta di Ponte San Giovanni nei giorni scorsi, per la precisione a Pieve di Campo dive è stato bruciato un manifesto pubblicitario interno ad una pensilina. Altri danni vengono segnalati anche nella zona di Ponte d’Oddi e Montegrillo, con auto rigate, e in vari parchi dove sono state via via danneggiate le casette book-crossing per lo scambio dei libri. Per questo periodo sono stati intensificati i controlli delle forze dell’ordine nei parchi, con particolare riguardo a Chico Mendez, Pincetto e Frontone e Pescaia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA