Latina, vandalizzata anche la Madonnina di Borgo Faiti

Venerdì 25 Settembre 2020 di Stefania Belmonte
Dopo la Madonnina di Borgo Sabotino è stata vandalizzata anche quella di Borgo Faiti. La statua è stata sottratta da una vecchia edicola posta all'incrocio tra via Migliara 41 e Via Trasversale, in una zona di piena campagna, e portata via da ignoti, per essere poi ritrovata appoggiata nel bel mezzo dell'insegna del sexy shop del borgo nella mattinata di ieri.

Brutta sorpresa a Borgo Sabotino, sfregiata la statua della Madonna

Il gesto è stato duramente commentato da don Luigi Venditti, parroco di Borgo Faiti: «C'è quasi della blasfemia in questo gesto, e penso bisognerebbe riflettere su almeno un paio di coincidenze: la Madonnina di borgo Sabotino è stata decapitata la notte tra il 7 e l'8 settembre quando si festeggia la nascita di Maria, mentre quest'ultimo a stato compiuto in corrispondenza della festa di Padre Pio. Due feste molto importanti per la chiesa e due atti che, se fosse verificato che non si tratta di bravate, potrebbero indurre a pensare che di notte si verificano a Latina strani movimenti».

Sdegno e rabbia nel borgo, dove i fedeli si erano molto impegnati a decorare l'edicola che era stata posizionata da Don Renato di Veroli quando era parroco di Borgo Faiti tra il 45 e il 55. Anche la croce di San Benedetto è stata vandalizzata: è stata divelta e però abbandonata sul posto. Qualcuno si chiede se nella zona ci siano telecamere per risalire alle persone responsabili ma c'è anche chi pensa che potrebbe essersi trattato del gesto di qualcuno che richiede disperatamente attenzione: magari qualche giovane che annoiato o troppo solo, può aver cercato un momento di notorietà o semplicemente uno sciocco divertimento a danno di quello che però è il simbolo di una intera comunità, con il risultato di aver fatto arrabbiare davvero tutti.
© RIPRODUZIONE RISERVATA Ultimo aggiornamento: 16:25 © RIPRODUZIONE RISERVATA