Giovani Democratici Terni, Luca Serantoni è il nuovo segretario

Martedì 4 Agosto 2020 di Daniele Sorvillo
Luca Serantoni, neo segratario dei Giovani Democratici
Luca Serantoni, classe 1998, iscritto alla facoltà di Filosofia a Roma, già studente del Liceo scientifico “Renato Donatelli” di Terni, è stato eletto all’unanimità come nuovo segretario dei Giovani Democratici, sezione giovanile del Partito Democratico di Terni. Non si tratta del primo incarico politico per lo studente ternano, che ha coltivato il suo desiderio di partecipazione politica fin da giovanissimo, militando nella Consulta provinciale degli studenti di Terni, divenendone presidente e coordinatore regionale. Il congresso dei giovani del PD si è svolto presso il Jonas Club, circolo Arci, scelto come punto di riferimento per l’associazionismo ternano, alla presenza di un gruppo di ragazzi volenterosi e motivati a dare il proprio contributo intellettuale e pratico al miglioramento della propria città.

«Le nostre battaglie - ha affermato il neo segretario Serantoni - saranno quelle per le persone che non vengono riconosciute o che vengono lasciate indietro, anche sul piano del digitale. L'accesso ad Internet, strumento di sviluppo e crescita sociale e culturale, è un diritto che tutti devono avere. Il nostro impegno sarà poi anche a vantaggio delle persone con disabilità, per una città davvero a misura di tutti, senza dimenticare, ovviamente, chi non ha voce umana, come l’ambiente». Dalla “calda” riunione per l’elezione del segretario, il dibattito tra i partecipanti ha fatto emergere, come obiettivo fondativo di questo nuovo gruppo di Giovani Democratici, quello di realizzare un luogo aperto di sperimentazione politica, libero dalle dinamiche politiche del passato, colpevoli, a loro dire, di aver allontanato i ragazzi dall’impegno civile attivo, uno spazio in cui i giovani abbiano la possibilità di fare politica concretamente, in cui crescere ed essere utili alla comunità locale. Il gruppo dei Giovani Democratici viene così rilanciato dopo alcuni anni d’inattività, grazie a un gruppo di ventenni, animati da spirito propositivo, che ha come fine quello di fornire un’immagine della gioventù ternana diversa da quella purtroppo emersa dalle cronache degli ultimi mesi; ragazzi che non vogliono più restare a guardare ma hanno il desiderio di impegnarsi per trasformare ciò che non va nel mondo che li circonda. © RIPRODUZIONE RISERVATA