Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

La 7, Lilli Gruber attacca Giorgia Meloni: «Sta dicendo schiocchezze». La replica: «Stufa di questo atteggiamento»

La 7, Lilli Gruber attacca Giorgia Meloni: «Sta dicendo schiocchezze». La replica: «Stufa di questo atteggiamento»
2 Minuti di Lettura
Venerdì 4 Ottobre 2019, 10:35 - Ultimo aggiornamento: 5 Ottobre, 13:46

Duro scontro tra Giorgia Meloni e Lilli Gruber a "Otto e mezzo". La conduttrice de La 7 interrompe la leader di Fratelli d'talia che parla in merito al rapporto tra l'Italia e i Paesi dell'Unione europea: «Onorevole Meloni, sta dicendo una sciocchezza». Ma la Meloni replica: «Io sono stufa di questo atteggiamento. Se dice che io dica delle sciocchezze mi deve rispondere nel merito, perché io sono abituata ad argomentare».

Lite Gruber-Salvini in tv: «Al mare in mutande con la pancetta, poco stile». E lui: «Omo de panza...»



La questione nasce dall'intervento della Meloni: «Lungi da me difendere il governo gialloverde - dice - ma le ricordo che l'Europa costrinse quel governo a passare da un deficit di 2,4% del Pil a 1,4% del Pil. Con Matteo Renzi il deficit era del 2,5%, e all'Unione europea andava bene. Conte parte da un deficit del 2,2% ,e voglio vedere cosa dirà l'UE: ad occhio dirà che andra bene, perché quando un governo fa gli interessi di Francia e Germania ti lascia passare. Si chiama ricatto, non Unione europea".

Lilli Gruber la interrompe:
«Sta dicendo sciocchezze: dire che i 27 paesi fanno gli interessi della Germania è una sciocchezza. Tutti parametri erano diversi, a cominciare dal dato della crescita". Ribatte Giorgia Meloni: "No, i dati erano tutti peggiori».



 

© RIPRODUZIONE RISERVATA