Roland Garros, è Nadal il terzo semifinalista agli Open di Francia

Roland Garros, è Nadal il terzo semifinalista agli Open di Francia
di Raffaele Pezzarossa
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 9 Giugno 2021, 19:37 - Ultimo aggiornamento: 19:45

Non incredibilmente e non meravigliosamente. Rafael Nadal è il terzo semifinalista in ordine di tempo a prender posto alle semifinali del Roland Garros, e verrebbe quasi da chiedersi «dove sta la notizia?». Probabilmente non c'è, in effetti: dal 2005, anno in cui da esordiente vinse il torneo, ad oggi, che lo detiene da campione in carica per la tredicesima volta, sono solo tre le volte in cui il maiorchino non è arrivato almeno sino a questo punto. In una delle quali uscì sconfitto addirittura non da un avversario, ma da un polpaccio lamentoso che lo costrinse a ritirarsi.

Centosei vittorie, due sconfitte, un ritiro. Con un fisiologico intoppo biennale tra il '15 e il '16. Dal 2017 però è di nuovo luce: trentasette incontri consecutivi vinti, solo una manciata di set concessi. Quattro titoli di fila da allora, inseguendo la miglior striscia (5) che durò dall'apertura dello scorso decennio al 2014. Ha fermato il tempo Rafa, affidandosi ad un orologiaio che tira indietro la lancetta dei secondi e dei minuti ogni volta che il mancino di Manacor sfila al Philippe-Chatrier, danzando su quella terra dove con sfrontatezza spagnoleggiante torna ad esser quel che era nei tempi di maggior vigore.

Musetti-Djokovic, l'italiano si ritira nel quinto set, Nole ai quarti a Parigi (7-6 7-6 1-6 1-6 0-4)

È Diego Schwartzman, oggi, la sua preda. Il piccolo grande argentino che si prende oneri ed onori di strappargli persino un secondo lunghissimo e tiratissimo set. Il primo del torneo. E in Francia non conviene, perché con Nadal si finisce sul personale. Ed è così. Cinque soli sono i punti che concede nel quarto e conclusivo set, come a dire, «non fatemi arrabbiare, che ne ho ancora più di tutti».

© RIPRODUZIONE RISERVATA