Torino, triste pareggio contro lo Spezia. Resta il tabù "Grande Torino"

Torino, triste pareggio contro lo Spezia. Resta il tabù "Grande Torino"
di Alberto Mauro
1 Minuto di Lettura
Sabato 16 Gennaio 2021, 20:10 - Ultimo aggiornamento: 21:38

Il Toro da inizio stagione non ha ancora vinto al Grande Torino (ultimo successo casalingo il 16 luglio scorso), e non ci riesce nemmeno contro lo Spezia nonostante l’uomo in più per 83 minuti. Si sveglia solo nel finale, con rabbia e orgoglio, ma il palo clamoroso di Ansaldi a tempo scaduto è l’unico squillo di una squadra ancora lontana dalle idee di Giampaolo. Per il resto è lo Spezia che merita di più, perché a differenza di Provedel Sirigu salva i granata in almeno un paio di occasioni. E la classifica per Giampaolo - fuori dalla Coppa Italia a Milano in settimana - è sempre più nera: sempre terzultimo, ma domani il Parma (a -1) contro il Sassuolo ha l’occasione del sorpasso. Stecca Belotti e non c’è nessun altro in grado di fare la differenza in attacco, mentre lo Spezia perde Vignali dopo 7 minuti (giallo poi rivisto al Var da Fabbri e rosso diretto), ma non la compattezza iniziale. Zaza (annullato un gol per carica sul portiere), Verdi e Gojak fanno il solletico alla difesa dello Spezia, e nel finale gli applausi sono tutti per Italiano, che esulta come fosse una vittoria. Lo zero a zero premia i liguri che fanno un altro piccolo passo verso l’obiettivo salvezza, mentre il Toro non riesce ad accendere la luce.

© RIPRODUZIONE RISERVATA