AS ROMA

Napoli-Roma, una sconfitta che riporta tutti con i piedi sulla Champions. Lo scudetto? Bisogna attrezzarsi

Domenica 29 Novembre 2020 di Alessandro Angeloni
1
foto Mancini

Tutti giù, con i piedi per terra. Non vogliamo pensare che la Roma abbia perso così nettamente contro il Napoli solo perché era la notte di Maradona, perché Dieguito non era in campo, era nei maxischermi, sempre bello e luccicante. Non, non ci crediamo, non vogliamo crederci. Attenuanti ce ne sono, la Roma aveva appena recuperato Dzeko, ha perso Mancini e Veretout quasi alla fine del primo tempo. Pellegrini anche, non in serata. Quattro gol sono tanti, due sono arrivati alla fine e la squadra è rimasta in partita anche tanto, più di quello che dice il risultato. La sconfitta cambia nulla, se consideriamo la Roma come candidata alla prime quattro posizioni, quindi per un ritorno in Champions; diverso è se qualcuno aveva pensato che questa squadra poteesse lottare per lo scudetto. Ecco, su questo c’è ancora da lavorare. Nn bel po’. Anche se in questo strano, anomalo campionato, non si sa mai.


© RIPRODUZIONE RISERVATA