Sexy ricatto a Balotelli, indagata una 18enne: «Ero minorenne, dammi 100mila euro o ti denuncio»

Domenica 16 Febbraio 2020
2
Mario Balotelli

La Procura di Vicenza ha chiuso le indagini su una 18enne che, secondo le accuse, ha tentato di ricattare Mario Balotelli, con il quale avrebbe avuto una relazione quando aveva 17 anni. Lo riporta oggi Il Giornale di Vicenza. La giovane avrebbe garantito all'attaccante - oggi al Brescia e all'epoca dei fatti al Nizza in Francia - di essere maggiorenne.

Il «vaffa...» all'arbitro costa due giornate e 10mila euro di multa a Balotelli

Dopo il rapporto, secondo quanto ricostruito dal quotidiano veneto, la giovane avrebbe chiesto a Balotelli 100mila euro altrimenti lo avrebbe denunciato per violenza sessuale. L'avvocato della ragazza avrebbe anche contatto il settimanale «Chi» per tentare di vendere la notizia.

Cori contro Balotelli: daspo di cinque anni a un tifoso del Verona
Da Balotelli a Zaniolo: quando il campione risponde alle offese dei tifosi

A Nizza sarebbe avvenuto il primo incontro tra i due. Scattata la scintilla, si erano scambiati i numeri di telefono. Il calciatore aveva chiesto alla ragazza assicurazioni sulla sua età, e lei avrebbe risposto inviandogli la foto di un documento d'identità di una maggiorenne, una cugina in realtà. Poi l'inizio della storia sentimentale, conclusa la quale la ragazza veneta avrebbe messo in atto il tentativo di estorsione: «100 mila euro o ti denuncio per violenza sessuale» la richiesta che sarebbe stata fatta al campione ex Nazionale. M

a Balotelli, assistito dall'avvocato vicentino Vittorio Rigo, non ha ceduto al ricatto, ed è partito in 'contropiede', presentandosi negli uffici della Procura berica per denunciare l'ex fiamma e il suo legale, Roberto Imparato, 63 anni, di Asolo (Treviso). Quest'ultimo - secondo la ricostruzione de 'Il Giornale di Vicenza' - avrebbe anche contattato il settimanale «Chi» per tentare di vendere la 'notizià. Un modo per mettere all'angolo Super-Mario, e convincerlo a pagare. Tuttavia il direttore del periodico, Alfonso Signorini, intuito che sotto c'era qualcosa che non andava, rifiutò l'offerta del presunto scoop.

Signorini, sentito dai Carabinieri durante l'inchiesta, avrebbe confermato il contatto con l'avvocato della ragazza. Adesso la Procura di Vicenza ha mandato l'avviso di chiusura indagini all'avvocato imparato, con l'accusa di tentata estorsione verso Balotelli, la Procura dei minori di Venezia ha fatto lo stesso con la giovane, residente nel bassanese. I pm si preparano a chiedere il processo per entrambi. Mario Balotelli potrebbe costituirsi parte civile, per chiedere un risarcimento danni. L'avvocato Imparato ha negato ogni addebito. Sia lui che la ragazza hanno già presentato memorie difensive sostenendo di aver agito correttamente, e nel rispetto della legge.

Ultimo aggiornamento: 20:56
© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Traffico e sveglie all’alba: cosa non ci manca dell’uscire di casa

di Veronica Cursi