Milan, Fassone: «Sanzioni Uefa inevitabili, speriamo contenute»

Venerdì 20 Aprile 2018

«È presumibile che nella proposta di agreement ci saranno delle sanzioni. Auspichiamo che possano essere contenute e che la commissione tenga in considerazione che c'è stato un cambio di proprietà e che noi ce la stiamo mettendo tutta per essere rispettosi delle regole e che la ali non vengano troppo tarpate. È però quasi inevitabile che qualche sanzione ci sarà». Lo ha detto l'amministratore delegato del Milan Marco Fassone al termine dell'incontro con l'Uefa a Nyon per il settlement agreement. «Non ho avuto sensazioni che il mercato verrà influenzato, la commissione è stata rispettosissima -ha aggiunto Fassone ai microfoni di Sky Sport-. Oggi si è limitata a farci domande sui piani e sui numeri. Non ho la più pallida idea di cosa ci sia nei loro pensieri e quando sarà il momento e ci presenteranno una proposta, solo allora potremo valutarla». «Al netto delle potenziali sanzioni al momento il Milan non è obbligato a vendere nessuno. Probabilmente il desiderio del club è quello di fare 2-3 inserimenti per il prossimo anno a fronte di 2-3 cessioni. Non bisogna aspettarsi la campagna dello scorso anno, lo show è stato fatto. Adesso andremo a inserire due-tre tasselli, non credo ne servano di più, per migliorarci dove siamo migliorabili», ha sottolineato l'ad rossonero.

© RIPRODUZIONE RISERVATA