Lazio Women, altra sconfitta: Visentin spreca, l'Inter ringrazia e vince

Lazio Women, altra sconfitta: Visentin spreca, l'Inter ringrazia e vince
di Valerio Marcangeli
3 Minuti di Lettura
Domenica 23 Gennaio 2022, 16:33

La seconda gara del 2022 lascia di nuovo l’amaro in bocca alla Lazio Women. Le biancocelesti crollano in casa contro l’Inter per 3-1 e restano penultime in Serie A femminile a 3 punti. Rispetto alla sfida contro la Sampdoria stavolta le biancocelesti hanno assaporato addirittura la vittoria. La squadra di Catini (quest’ultimo ancora in tribuna per squalifica) ha sprecato un’occasionissima nel finale con Visentin ed è subito stata punita da Csiszar e Bonetti. Da sottolineare il primo gol in biancoceleste della nuova arrivata Ferrandi. Rigore perfetto, ma che non è bastato.

Lazio-Inter, un rigore per parte nel primo tempo: a Ferrandi risponde Bonetti

Nella prima frazione la Lazio conferma subito la crescita dell’ultimo periodo. Dopo lo spauracchio sulla deviazione ravvicinata di Marinelli con Öhrström determinante, al 13’ le biancocelesti passano in vantaggio. Solito spunto in velocità di Visentin che ubriaca Kathellen costringendola ad atterrarla in area. Senza Martin la rigorista è diventata la nuova arrivata Ferrandi. Quest’ultima freddissima con un piattone mancino batte Durante e corre in panchina ad abbracciare le compagne di squadra. La Lazio dimostra di poter far male alle avversarie, ma le nerazzurre non abbassano il capo e al 25’ trovano il pari. La palla persa da Di Giammarino finisce tra i piedi di Polli che viene messa giù in area da Foerdos. Sul dischetto si presenta Bonetti che spiazza Öhrström per l’1-1.

Visentin spreca, Csiszar no: vince l’Inter

Nella seconda frazione l’Inter spinge molto di più sul pedale dell’acceleratore. Le nerazzurre attaccano costantemente mentre la Lazio è costretta a difendersi. Al 62’ le biancocelesti rischiano di crollare con Bonetti lanciata a tu per tu con Öhrström, ma quest’ultima si supera compiendo un miracolo e salvando ancora la propria porta. La numero 10 nerazzurra ci prova in tutti i modi col suo mancino, anche da fuori. È lei la più pericolosa delle ospiti. La Lazio si fa vedere raramente dalle parti di Durante. L‘obiettivo è quello di contenere la spinta della squadra di Rita Guarino, ma all’85 le padrone di casa vanno vicinissime al vantaggio. Visentin vola lanciata verso la porta avversaria, ma Kristjansdottir compie una chiusura fondamentale. Come spesso accade nel calcio, praticamente all’occasione successiva l’Inter trova il gol con un diagonale di Csiszar sul quale stavolta Öhrström non può far nulla. Al 94' Bonetti chiude il discorso con un tap-in che le vale la doppietta personale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA