Lazio, Inzaghi: «Vogliamo chiudere il discorso qualificazione domani». Leiva: «Squadra matura per gestire il doppio impegno»

Martedì 1 Dicembre 2020 di Valerio Cassetta

Vincere contro il Borussia Dortmund per accedere con una giornata di anticipo agli ottavi di Champions League. Simone Inzaghi punta al primo posto del Girone F. Il tecnico della Lazio, alla vigilia della sfida con i tedeschi, in programma domani sera al Signal Iduna Park, fa il punto della situazione in conferenza stampa:

Aspettative. «Dopo l'ottima partita d'andata, ci saranno tante insidie domani, ma ce la giocheremo con le nostre armi».

Dubbi. «Giocando così tanto, ci sono delle problematiche inaspettate. Oggi c'è stato un allenamento discreto. A parte Lulic, sono tutti qui a disposizione i giocatori. Luiz Felipe e Caicedo restano da valutare. Dopo il risveglio di domani mattina deciderò la formazione».

Ambizioni. «C'è grande consapevolezza ed è un motivo di grande orgoglio poter accedere agli ottavi. Non è solo una questione di matematica, il calcio è imprevedibile. E' un motivo di orgoglio essere l’unica squadra ancora imbattuta in Champions. Manca ancora qualcosina per centrare questa qualificazione».

Scenari. «Dobbiamo pensare a noi e guardare la nostra partita. C'è un'altra gara a Bruges, ma dipende tutto da noi. Ce lo siamo meritati. Al fischio finale guarderemo gli altri risultati. Vogliamo chiudere la qualificazione domani sera».

 

 

Oltre all'allenatore, anche Lucas Leiva, centrocampista della Lazio, ha presentato il match:

Approccio. «Abbiamo giocato bene la prima gara contro il Dortmund. Domani sarà diverso. Se giochiamo come abbiamo fatto le altre partite in Champions, avremo grandi chance di vincere. La squadra ha dimostrato di avere tanta voglia e di avere l'approccio giusto».

Sfida. «Con lo stadio pieno per loro ci sarebbe stata una motivazione in più, ma anche per noi. E' normale non avere il pubblico. Dobbiamo cercare di avere le giuste motivazioni».

Traguardo. «Teniamo tanto al campionato, ma contro l’Udinese non abbiamo fatto una grande gara. Contro la Sampdoria c’è stata un’altra sconfitta pesante. La squadra è matura per gestire le partite. Non dobbiamo trovare scuse, ma con l’Udinese abbiamo perso perché lo abbiamo meritato, non perché pensavamo al Borussia. Domani c’è un’altra occasione per ripartire».


© RIPRODUZIONE RISERVATA