Lazio, dopo Sarri è tempo di mercato: Loftus Cheek e Boateng nel mirino di Lotito e Tare

Lazio, dopo Sarri è tempo di mercato: Loftus Cheek e Boateng nel mirino di Lotito e Tare
di Daniele Magliocchetti
3 Minuti di Lettura

Ora l'accelerata sul mercato. Preso l'allenatore, adesso Lotito dovrà correre per completare la squadra da dare al nuovo tecnico che sin dai primi giorni di luglio vorrà partire per il ritiro con almeno una gran parte della rosa completata. Non c'è tempo da perdere. Il primo nome sul taccuino è Loftus Cheek del Chelsea. A Tare piace da almeno tre anni, si può prendere con la formula del prestito e diritto di riscatto tra i 15-20 milioni di euro. Qualche contatto c'è già stato, anche se sul giocatore ci sono squadre tedesche e inglesi.

Di sicuro i Blues di Tuchel non ci puntano e lo cedo

Video

no, per il momento solo in prestito. In difesa e in attacco, Sarri vorrebbe lo sforzo maggiore. Hysaj e Makismovic sono a parametro zero e facilmente raggiungibili. Sull'esterno qualche contatto è stato già avviato dallo stesso Tare, mente sul secondo ci sono riflessioni in corso, anche perché pare che la richiesta d'ingaggio superi i 2 milioni di euro. La trattativa c'è. Da non sottovalutare la pista che porta a Boateng che il 30 giugno si libera dal Bayer Monaco. Il centrale è stato offerto a mezza Europa, dal Real al Chelsea, al Barca e al Psg, ma nessuno ha risposto anche perché su di lui c'è una situazione giudiziaria pesante e che potrebbe essere rischiosa. Si attende e si valuta.

In attacco Immobile e Muriqi non si muovono, mentre Correa e Caicedo sono sul piede di partenza. Sarri ha bisogno di esterni offensivi. Si è pensato a Ilicic, ma anche a Shaqiri in uscita dal Liverpool. Tare però guarda anche al mercato italiano e alla possibilità che calciatori come Pereira (possibile rinnovo del prestito) e i rientri di Jony e Vavro che potrebbero essere valutati dallo stesso tecnico. Maurizio vuole lavorare al massimo con 24-26 elementi nel doppio ritiro richiesto di 21 giorni. Da non sottovalutare che rientreranno dai prestiti in 20 e piazzarli non sarà semplice.

Lazio-Sarri e il segreto del "terzo uomo"

Sarri già comanda. La Lazio è sua

Martedì 8 Giugno 2021, 18:39
© RIPRODUZIONE RISERVATA