AS ROMA

I redivivi della Roma: Fazio, Kalinic e Zaniolo. Fonseca sorride e guarda al futuro

Sabato 11 Luglio 2020 di Gianluca Lengua
La Roma torna a splendere sul campo del Brescia (3-0) e lo fa grazie a tre giocatori che fino ad oggi erano spariti dai radar: Fazio, Kalinic e Zaniolo. Storie diverse che hanno in comune un periodo buio più o meno lungo che, dopo la partita di questa sera, dovrebbe essere alle spalle. Kalinic è tornato a segnare dopo la doppietta contro il Cagliari, l’ultimo match giocato prima del lockdown. Un attaccante poco utilizzato da Fonseca (13 presenze in campionato) sia perché Dzeko è il titolare in quel ruolo, sia perché non ha mai garantito gol e continuità. La dirigenza romanista ha già deciso che non verrà riscattato, ma nonostante questo stasera si è intravisto qualcosa di interessante: dalla rovesciata in aerea, all’azione che lo ha portato al gol. Una freccia per l’arco di Fonseca che, forse, da questa partita il tecnico utilizzerà più spesso. Differente il discorso di Fazio: la sua prestazione è stata sufficiente, ma le amnesie difensive non sono passate inosservate. Il gol arriva in maniera rocambolesca, ma è il primo e dà coraggio ai compagni, un aspetto da non trascurare in una squadra fragile mentalmente. Il suo ultimo gol in questa stagione risale alla partita in trasferta contro il Borussia Monchengladbach. Infine, Nicolò Zaniolo un ragazzo prodigio che in poco più di 20 minuti dimostra di essere un fenomeno non solo per il gol, ma anche per le percussioni in area, la visione di gioco, la potenza, la precisione del tiro e la forza fisica. L’infortunio è alle spalle e Nicolò questa sera l’ha dimostrato, potrebbe essere il futuro di questa squadra (Pallotta permettendo). Lui dice di non essere ancora al 100% e nella testa è rimasta qualche scoria dell’infortunio da smaltire, se a settembre vestirà ancora giallorosso si potrà ammirare il vero Zaniolo, un giocatore prezioso che può solo crescere e migliorare.
© RIPRODUZIONE RISERVATA