Icardi-Cavani, che intreccio! Parigi e Milano sono sempre più vicine

Domenica 24 Maggio 2020 di Eleonora Trotta

Milano e Parigi sono sempre più vicine: l'emergenza coronavirus ha aumentato le connessioni e, nelle ultime settimane, ridotto le distanze. Così, la conferma di Icardi al Psg è una sorta di assist per l'Inter interessata a Cavani. L'attaccante uruguaiano è stato scaricato dal club transalpino. Non riceverà un contratto alle cifre pretese e al momento non sono attesi dietrofront da parte del ds Leonardo. Ed è cambiato anche il suo calciomercato: ha giocato poco (solo 14 presenze in campionato) e lo stop della Ligue1 lo ha ulteriormente penalizzato. La pandemia ha calmierato i prezzi, abbassato gli ingaggi. Di conseguenza, anche l'Inter non ha intenzione di svenarsi troppo per riportarlo in Italia.

SCONTO
L'idea dell'ad Marotta è quella di studiare un contratto di due anni con opzione o un triennale, a circa 4-5 milioni di euro a stagione. Il calciatore 33enne piace anche al Newcastle e allo United, mentre l'Atletico Madrid non avrebbe intenzione di fare follie dopo i dissidi con la famiglia del calciatore.
Intanto, prosegue spedita la trattativa per il riscatto di Icardi. Il Psg ha chiesto uno sconto sul riscatto fissato a 70 milioni di euro (scadenza 31 maggio) puntando sugli effetti dell'emergenza sanitaria sul calcio e sul sì dell'argentino. Ora, è attesa la risposta definitiva della società nerazzurra, orientata a trovare in tempi brevi un'intesa definitiva. 

 

Ultimo aggiornamento: 21:26
© RIPRODUZIONE RISERVATA