FANTACALCIO

Fantacalcio, probabili formazioni e consigli della 31a giornata: due giocatori da tenere fuori nella Juve, Rebic parte titolare nel Milan e va gestito così

Sabato 17 Aprile 2021 di Francesco Guerrieri
Nel Milan senza Ibra squalificato, Ante Rebic sarà una delle frecce nell'arco di Pioli: una buona soluzione come terza punta per questa giornata

Più ci avviciniamo alla fine della stagione e più ogni scelta può essere quella decisiva. Una sliding door dietro l’altra per i fantallenatori, che devono sciogliere gli ultimi dubbi sulla formazione da schierare per la 31a giornata di campionato. Top player, scommesse, certezze e rischi che forse è meglio non correre. Ecco tutti i nostri consigli per il prossimo turno

CROTONE-UDINESE (Sabato ore 15)
In un Crotone che affonda sempre di più c’è poco da pescare: Pereira e Reca cercano l’assist, Simy l’unico che tiene a galla la squadra. Ok Musso nell’Udinese, de Paul va messo sempree comunque. Llorente? Si può trovare di meglio.
Crotone (3-4-3): Cordaz; Djidji, Golemic, Luperto; Pereira, Molina, Petriccione, Reca; Messias, Simy, Ounas.
Udinese (3-5-1-1): Musso; Becao, Nuytinck, Samir; Molina, De Paul, Arslan, Walace, Larsen; Pereyra; Llorente.

SAMPDORIA-VERONA (Sabato ore 15)
Augello meglio di Bereszynski nella Samp, sì a Candreva e no ai due centrali di centrocampo. Gabbiadini non in forma, Quagliarella è l’anima della Samp. Lovato può arrivare alla sufficienza, Faraoni e Lazovic sono due spinte nel fianco e occhio al cartellino per Veloso. Può essere la partita di Zaccagni.
Sampdoria (4-4-2): Audero; Bereszynski, Yoshida, Colley, Augello; Candreva, Thorsby, Adrien Silva, Jankto; Gabbiadini, Quagliarella.
Verona (3-4-2-1): Silvestri; Ceccherini, Magnani, Lovato; Faraoni, Tameze, Veloso, Lazovic; Barak, Zaccagni; Lasagna.

SASSUOLO-FIORENTINA (Sabato ore 18)
Occhio a Consigli perché possono arrivare malus, Ferrari è il totem in difesa e Locatelli la certezza da buon voto a metà campo. Via libera a Raspadori e Boga. Fiducia a Milenkovic che è pericoloso anche in zona gol, non convince Caceres e anche Pulgar ci ispira poco: meglio Castrovilli. Riflettere su Ribery, non è una pazzia escluderlo.
Sassuolo (4-2-3-1): Consigli; Muldur, Chiriches, Ferrari, Rogerio; Lopez, Locatelli; Traoré, Djuricic, Boga; Raspadori.
Fiorentina (3-5-1-1): Dragowski; Milenkovic, Pezzella, Martinez Quarta; Caceres, Bonaventura, Pulgar, Castrovilli, Biraghi; Ribery; Vlahovic.

CAGLIARI-PARMA (Sabato ore 20.45)
Rugani può fare bene contro un Parma che fatica a segnare, convince meno Godin. Nainggolan cerca il jolly, Duncan muscoli e poco altro così come Nandez con la sua garra. Ok Pavoletti. No a Grassi terzino nel Parma, ok Kucka che è anche rigorista. Lì davanti si fa fatica, se dobbiamo fare un nome prendiamo Pellè.
Cagliari (3-5-2): Vicario; Rugani, Godin, Carboni; Nandez, Marin, Nainggolan, Duncan, Lykogiannis; Joao Pedro, Pavoletti.
Parma (4-3-3): Sepe; Grassi, Osorio, Bani, Busi; Kucka, Brugman, Kurtic; Man, Pellè, Gervinho.

MILAN-GENOA (Domenica ore 12.30)
Tomori da voto alto, Hernandez da schierare per non avere rimpianti. Kessie è sempre un’ottima scelta, Bennacer poco da fanta. Senza Ibra noi puntiamo tutto su Leao. Rebic? Una soluzione come terza punta. Poco Genoa da pescare in questa giornata: si può prendere Scamacca che ha già segnato alla Juve, i muscoli di Strootman possono fare la differenza ma il giallo è dietro l’angolo.
Milan (4-2-3-1): G. Donnarumma; Kalulu, Tomori, Kjaer, Hernandez; Kessie, Bennacer; Saelemaekers, Calhanoglu, Rebic; Leao.
Genoa (3-5-2): Perin; Goldaniga, Radovanovic, Masiello; Biraschi, Strootman, Badelj, Zajc, Ghiglione; Pandev, Scamacca.

ATALANTA-JUVENTUS (Domenica ore 15)
Gara delicata, meglio andare sulle certezze. I tre difensori di Gasp stavolta sono un rischio contro Ronaldo, non in forma ma mai in discussione: mettetelo senza pensarci! Pasalic e Malinovskyi come sorprese, Freuler e de Roon faranno fatica. Nella Juve non convincono Bentancur e Rabiot, Kulusevski si è sbloccato e vuole colpire da ex, Chiesa è uno dei migliori. Ok anche Cuadrado (secondo miglior assistman in Europa) e il resto della difesa.
Atalanta (3-4-1-2): Gollini; Toloi, Djimsiti, Palomino; Gosens, de Roon, Freuler, Malinovskyi; Pasalic; Muriel, Zapata.
Juventus (4-4-2): Szczesny; Cuadrado, de Ligt, Bonucci, Danilo; Kulusevski, Bentancur, Rabiot, Chiesa; Morata, Ronaldo.

BOLOGNA-SPEZIA (Domenica ore 15)
Skorupski da una partita con uno/due malus, Danilo può arrivare al 6. Svanberg lo preferiamo a Schouten, Orsolini cerca il guizzo e Soriano a numeri da bomber. La difesa di Italiano può faticare senza Erlic, Maggiore meglio di Sena e Ricci e davanti non escludete a priori Verde che viene da due gol nelle ultime due gare.
Bologna (4-2-3-1): Skorupski; Mbaye, Danilo, Soumaoro, Dijks; Schouten, Svanberg; Orsolini, Soriano, Barrow; Palacio.
Spezia (4-3-3): Provedel; Ferrer, Ismajli, Chabot, Marchizza; Sena, Ricci, Maggiore; Verde, Nzola, Gyasi.

LAZIO-BENEVENTO (Domenica ore 15)
Reina è una delle migliori scelte per questa giornata, non fidatevi troppo di Radu; a centrocampo comanda il Sergente Milinkovic. Lazzari meglio di Marusic, ok Correa che può fare bene. Se cercate una scommessa potete schierare Gaich all’Olimpico, Glik ha segnato un solo gol ma sui calci da fermo sa far male. Hetemaj, Schiattarella e Ionita sono più da cartellino che da bonus.
Lazio (3-5-2): Reina; Patric, Acerbi, Radu; Lazzari, Milinkovic, Leiva, Luis Alberto, Marusic; Correa, Immobile.
Benevento (3-5-2): Montipò; Glik, Caldirola, Barba, Depaoli; Hetemaj, Schiattarella, Ionita, Improta; Lapadula, Gaich.

TORINO-ROMA (Domenica ore 18)
Izzo grinta, rischio cartellino ma magari trova il bonus. Bremer da buon voto e Rincon ha l’abbonamento al giallo. Mandragora è in un ottimo periodo, Verdi spesso in ombra. Il Gallo si mette, neanche a dirlo; l’ex Sanabria ha cambiato il Torino a suon di gol e assist. Pau Lopez è sempre un rischio, Mancini meglio degli altri due. Ok Karsdorp e Villar, Veretout da mettere senza titubare: gira tutto indietro a lui. Carles Perez meglio di uno spento Pedro.
Torino (3-4-1-2): Milinkovic; Izzo, Bremer, Buongiorno; Vojvoda, Rincon, Mandragora, Ansaldi; Verdi; Sanabria, Belotti.
Roma (3-4-2-1): Pau Lopez; Mancini, Cristante, Ibanez; Karsdorp, Villar, Veretout, Bruno Peres; Perez, Pedro; Mayoral.

NAPOLI-INTER (Domenica ore 20.45)
Partita tosta per Meret, Koulibaly se la vedrà con Lukaku ma non parte sconfitto a prescindere; state alla larga da Mario Rui che affronterà Hakimi. Osimhen vuole prendersi le copertine, Fabian è penalizzato dal ruolo e Politano è l’ex dal dente avvelenato. Nell’Inter via libera alla difesa e semaforo verde anche per Barella, uno dei migliori ultimamente. Eriksen e Brozovic troppo discontinui, Perisic può sorprendere.
Napoli (4-2-3-1): Meret; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Mario Rui; Fabian Ruiz, Demme; Politano, Zielinski, Insigne; Osimhen.
Inter (3-5-2): Handanovic; Skriniar, de Vrij, Bastoni; Hakimi, Barella, Brozovic, Eriksen, Perisic; Lautaro, Lukaku.


© RIPRODUZIONE RISERVATA