Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Reina colpito alla testa da due oggetti sul campo, paura in Atalanta-Lazio

Reina colpito alla testa da due oggetti sul campo, paura in Atalanta-Lazio
di Daniele Magliocchetti
2 Minuti di Lettura
Sabato 30 Ottobre 2021, 18:17 - Ultimo aggiornamento: 31 Ottobre, 12:44

Brutto episodio a Bergamo. Il portiere della Lazio Pepe Reina é stato colpito da una monetina e da un rotolo di scotch di nastro isolante. L’estremo difensore biancoceleste, durante una rimessa dal fondo, ha ritardato il calcio di rinvio perché stava raccogliendo alcuni oggetti che i tifosi della curva atalantina stavano lanciando in campo contro di lui. L’arbitro ha pensato che stesse perdendo del tempo e l’ha ammonito, subito dopo il giallo però Reina ha ricevuto la monetina che l’ha colpito sulla testa, il portiere si é accasciato in terra ma dopo qualche istante sportivamente si é rialzato e ha ripreso a giocare.

 

Atalanta-Lazio, le pagelle. Immobile (7,5) è il Re, Luis Alberto (6) si applica

Reina controllato a fine partita

Finita la partita, il portiere della Lazio Reina é stato controllato dai medici della Lazio, piu per prudenza che per un allarme vero e proprio. L’estremo difensore, nonostante un piccolo fastidio, sta bene e non ha riportato praticamente nulla sulla testa, se non un leggerissimo rossore dovuto all’urto con la monetina prima  e col nastro isolante poi che, per sua fortuna, l’ha colpito di striscio, altrimenti le conseguenze potevano essere forse un po’ più serie. Ma dalla curva atalantina é venuto giù di tutto, tanto che Reina ha cercato di togliere il più possibile ma alla fine si è arreso e, dopo aver constatato che non c’era nulla di grave, ha ripreso a giocare. La Lazio non farà nulla, nessuna protesta ufficiale. Tutto é nelle mani dell’arbitro e del giudice sportivo. L’unica segnalazione che proverà a fare la società biancoceleste é sull’ammonizione rimediata dal portiere perché, secondo l’arbitro perdeva tempo nel calciare il rinvio, ma la Lazio invece farà notare che il motivo del ritardo era per i continui oggetti che piovevano dalla curva dei tifosi dell’Atalanta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA