Middleton salva gli Stati Uniti, ma che suicidio la Turchia: 93-92 all'overtime

Martedì 3 Settembre 2019 di Marino Petrelli
Turner contro la difesa turca
Stava per accadere, ma gli dei del basket hanno dato una grossa mano agli Usa. La Turchia assapora più volte una vittoria clamorosa, ma alla fine la squadra di Popovic vince 93-92 dopo un incredibile tempo supplementare. Il pareggio arriva solo grazie a un fallo subito da Tatum a un decimo dalla fine del tempo. Un solo decimo che separa il dramma dalla resurrezione per gli States. Nei supplementari accade di tutto. Turchia avanti di cinque punti, Usa che rimettono il naso avanti, poi il pazzesco finale. Osman segna il libero del 91-92 a 50 secondi dalla fine, Turner perde palla in attacco ed Harris commette un fallo antisportivo a nove secondi. Balbay dalla lunetta fa 0/2. Rimessa turca e palla a Osman che subisce il fallo: ma dalla lunetta, a sua volta, fa 0/2. Quattro errori che pesano come macigni. Avrebbero potuto chiudere il match e invece lo lasciano apertissimo.  

Middleton infatti si butta in campo aperto e si prende un fallo a 2 secondi. Shanghai è una bolgia sugli spalti come se si giocasse in un campo europeo, ma il giocatore dei Bucks non si fa prendere dall'emozione. Due su due e all'ottimo Ilyasova, il migliore dei suoi, non riesce il tiro della disperazione sulla sirena. Vincono gli Usa, tirando un enorme sospiro di sollievo. Le avversarie al titolo sono avvisate: questi Stati Uniti sono tutto che invincibili.

SORPRESE A RAFFICA
Quello che non accade agli statunitensi, è la sorte invece della Grecia, sconfitta in un finale romanzesco dal Brasile, ora a punteggio nel gruppo F e qualificato come primo. Grecia avanti anche di 15 punti, poi il ritorno degli sud americani e gli ultimi 35 secondi da raccontare. Printezis pareggia con una tripla, Varejao segna il 78-76, Antetokounmpo sbaglia da sotto e poi commette il suo quinto fallo. “Leandrinho” Barbosa fa solo uno su due dalla lunetta per il 79-76 a quattro secondi. Sloukas cerca un tiro disperato da metà campo, ma subisce un fallo fuori da ogni logica. La panchina brasiliana è un vulcano in ebollizione, il giocatore del Fenerbahce ha la possibilità di pareggiare, segna i primi due liberi ma sbaglia il terzo e Cabocio si avventa sul pallone e fa scadere il tempo.

Finisce 79-78, ora Grecia-Nuova Zelanda sarà un clamoroso spareggio per il secondo posto del girone. Il mondiale rischia di cambiare da quella parte del tabellone. Eliminazioni illustri per Germania, sconfitta dalla Repubblica Domenicana, e Canada, escluso dalla Lituania. Bene la Francia e la Repubblica Ceca. L'Italia prepara con attenzione la partita contro la Serbia che vale il primo posto nel girone e altri due punti da portare a Wuhan dove affronteremo sicuramente la Spagna e poi una tra Portorico o Tunisia. Il livello del mondiale sale ogni giorno di più, dopo le sorprese di oggi, tutto può accadere. Gli azzurri lo hanno capito e domani ci proveranno con fiducia.  Ultimo aggiornamento: 18:20 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Gli straordinari delle maestre con gli stracci per pulire l’aula

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma