Play off, gara due. Vincono Milano, Brindisi, Venezia e Virtus Bologna

Play off, gara due. Vincono Milano, Brindisi, Venezia e Virtus Bologna
di Marino Petrelli
4 Minuti di Lettura

E’ subito gara due, dopo nemmeno 24 ore dalla prima partita. Milano domina anche stasera e la serie contro Trento sembra quasi segnata. Venezia fa il bis contro Sassari nello stesso modo di gara 1, ovvero andando sotto (anche di 17 punti) poi recuperando e vincendo nel finale con un Tonut in formato deluse. Un giocatore così non può rimanere fuori dalle convocazioni azzurre per il pre Olimpico. Senza storia anche la partita di Brindisi che parte forte, allunga e domina nel finale grazie a 53 rimbalzi contro 31. La Virtus Bologna vince soffrendo e Treviso può recriminare per alcuni errori decisivi nell'ultimo minuto di gioco. Domenica è già tempo di gara tre a campi invertiti.

AX MILANO - DOLOMITI ENERGIA TRENTO 93-79

Come ieri, Trento parte bene, 7-10, ma è l’unico vantaggio della partita. Milano sorpassa 14-10, poi 23-21 al decimo. Le triple di Rodriguez e le iniziative di Delaney danno il 41-31. Al riposo lungo è 49-35, LeDay è già a quota 11 punti, come Jacory Williams per Trento. L’Aquila prova a rimanere in partita, 49-43, ma è un attimo. Moraschini (15 punti), Biligha e la difesa dell’Olimpia chiudono definitivamente la partita: 69-50, poi 73-53 al 30esimo. Gli ultimi dieci minuti sono una formalità: 83-58, poi 89-70. Finisce 93-79 con 19/20 ai liberi. LeDay 19 punti, Rodriguez 15 con 5/9 da tre e sette assist. 

UMANA VENEZIA - BANCO SARDEGNA SASSARI  83-78

Sassari recupera Gianmarco Pozzecco in panchina dopo la sospensione imposta dal presidente Sardara per motivi disciplinari. Arrivato a Venezia a poche ore dalla partite, il suo primo commento ai microfoni di Rai Sport è di quelli che lasciano il segno: “Sono appena arrivato e sono stravolto. Dopo dieci giorni di carcere, volevo soltanto riabbracciare i miei ragazzi”.  E i suoi ragazzi partono forte: 5-9, poi 10-17. Venezia sistema la mira e al decimo è 21-24.  La Dinamo gioca un basket solido: 28-39, poi 30-47 al 17esimo. Watt non ci sta e riavvicina Venezia 37-47 all’intervallo lungo. La rimonta prosegue al ritorno in campo: 44-50 al 24esimo. Sassari si carica di falli (Bilan 4 con fallo tecnico), la Reyer dopo lunghi minuti sorpassa 55-52 con quattro punti in fila di Watt  (alla fine 20 punti e 7 rimbalzi) e chiude 57-54 al 30esimo, grazie ad un parziale da 20-7. La partita resta nervosa, Happ (14) e Stefano Gentile (13) ridanno fiato alla Dinamo: 60-65 al 33esimo. E’ una battaglia, Tonut trova il 70-69, De Nicolao la tripla del 73-72 al 37esimo. Ultimo minuto da brividi. Tonut segna il 77-74  a 50 secondi dalla fine, poi mette la tripla dell’80-75. Burnell replica, 80-78 a 16 secondi. De Nicolao fa 1/2 ai liberi, Bilan li sbaglia entrambi. Il rimbalzo in attacco è di Sassari che ha il tiro per pareggiare ma Kruslin viene stoppato. Tonut, 25 punti e 4 assist, appoggia l’83-78. Venezia è 2-0 in una serie intensissima. 

SEGAFREDO VIRTUS BOLOGNA - DE LONGHI TREVISO 88-83

Primo quarto a bassissimo punteggio, 16-18 con le squadre che tirano con il 30 per cento dal campo. Ricci regala il primo vantaggio per la Virtus, 22-21. Treviso soffre in attacco, Bologna allunga e chiude 41-33 dopo 20 minuti (parziale 25-15). Belinelli è l’unico giocatore delle due squadre in doppia cifra di punti. Bologna conserva un vantaggio rassicurante, 51-41, poi 58-43 al 26esimo. Treviso si riavvicina 60-54, Teodosic la rimanda indietro 63-54 al 30esimo. La De Longhi non molla, Russell e Chillo con le triple riportano gli ospiti sul 70-68 al 34esimo. Bologna ha paura, Imbrò mette la tripla del 73-73, Logan quella del 76-76. Il finale è lunghissimo. Belinelli segna la tripla dell’83-79 a 50 secondi dalla fine. Mekowulu (23 punti e 8 rimbalzi) fa 2/2 ai liberi per l’83-81. Teodosic dalla lunetta per l’84-81. Pajola commette un fallo assurdo sul tiro da tre di Treviso. Imbrò sbaglia il primo, mette il secondo e il terzo, 84-83. Belinelli si prende il fallo e segna i due liberi. Per lui sono 24 punti, per Bologna è 86-83. Treviso perde palla, Teodosic (16 punti e 8 assist) mette il sigillo sulla vittoria. La Virtus vince 88-83 e va 2-0 nella serie con tanta sofferenza.

HAPPY CASA BRINDISI - ALLIANZ TRIESTE 86-54

A differenza di ieri sera, è Brindisi a partire bene, 8-4 al quarto. Willis inchioda la schiava del 14-6. Doyle commette 3 falli per gli ospiti, Dalmasson non è contento. Segnano tutti in casa Brindisi. Al decimo è 25-11. Le triple danno il 31-11 interno, poi gli ospiti si svegliano per il 31-20 al 16esimo. E’ una fiammata, Brindisi riparte con la solita fisicità e correndo molto in contropiede. All’intervallo lungo è 40-25 con 28 rimbalzi contro 25.  Anche al rientro in campo c’è solo Brindisi, Harrison e Gaspardo regalano il 50-29 al 24esimo. Willis regala giocate da campione, la difesa è ermetica. Al 30esimo è 68-41, il parziale del quarto è 28-16. Gli ultimi dieci minuti servono soltanto a definire il punteggio. 73-49 al 34esimo, 84-52 al 37esimo, 86-54 il finale. Brindisi domina a rimbalzo, 53 contro 31, Perkins 17 punti e 8 rimbalzi, Gaspardo 16 punti, Willis 11 e 9 rimbalzi. A Trieste serve un miracolo per fermare la "Stella del Sud"

Sabato 15 Maggio 2021, 00:23 - Ultimo aggiornamento: 00:25
© RIPRODUZIONE RISERVATA