Play off, gara uno: rispettato il fattore campo. Domani è già gara due.

Play off, gara uno: rispettato il fattore campo. Domani è già gara due.
di Marino Petrelli
4 Minuti di Lettura
Giovedì 13 Maggio 2021, 22:42

Sono partiti I play off del campionato era Covid-19, quelli che vedranno giocare partite quasi tutti i giorni fino al 17 giugno se la finale arriverà a gara sette.  Tra partite cominciate in ritardo in televisione, altre senza grafica per svariati minuti, altre ancora interrotte da un segnale ballerino non è la giornata migliore per Rai Sport e Eurosport. Sul campo, vincono tutte e quattro le squadre di casa. Facile Milano su Trento, lo stesso fa Brindisi su Trieste. La Virtus Bologna non soffre quasi mai contro Treviso. Venezia vince all’ultimo secondo del tempo supplementare contro Sassari: la serie è già incandescente. Domani gara due sugli stessi campi di stasera, un inedito per il basket italiano.

AX MILANO - DOLOMITI ENERGIA TRENTO 88-62

Nelle ultime stagioni questa partita è sempre stata importante nei play off, anche finale scudetto nel 2017/2018 quando vinse l’Olimpia in sei partite. Milano ci mette qualche minuto per entrare in partita, 10-14 al settimo, poi prende le misure, 26-20 al decimo e 49-34 al riposo lungo. Il terzo quarto da 25-17 scava il solco definitivo. Al 30esimo è 74-51. Trento non rientra più e l’Olimpia controlla e chiude gara 1 88-62.  Shields 16 punti, Punter 13. Domani gara due alle 19. 

UMANA VENEZIA - BANCO SARDEGNA SASSARI 92-91 (dts) 

 E’ l’ultima finale scudetto giocata sul campo (era giungo 2019) prima della pandemia da Covid-19, Venezia la vinse dopo sette intensissime partite. Anche la partita di stasera non delude le attese. Sassari, ancora senza Pozzecco in panchina, scappa via dalla palla a due: 14-24 al decimo, poi 35-43 al riposo lungo. La Reyer cambia marcia, il 27-20 del terzo periodo riavvicina i padroni di casa: 62-63 al trentesimo. La partita resta tesa e equilibrata. Spissu segna il 77-79. Chappell (19 per lui alla fine) l’81-79. Gentile impatta sull’81. Bilan (19 punti e 11 rimbalzi alla fine) fallisce il tiro della vittoria e si al supplementare. Venezia resta avanti 85-81, poi 87-84. De Nicolao manda Spissu in lunetta con 1 secondo e otto decimi sul cronometro e sul -2: il play sardo fa 3/3 per il 90-91. Timeout Venezia. Gentile commette fallo ai danni di Daye (12): sbaglia il primo, entra il secondo per il pareggio ed entra anche il terzo del 92-91 con 1.2 secondi. Spissu rimette, Bilan non riceve:  Venezia vince 92-91

SEGAFREDO VIRTUS BOLOGNA - DE LONGHI TREVISO 91-72

In passato finale scudetto e anche semifinale di Eurolega quando Treviso era un’altra società. La Virtus si conferma la bestia nera di Treviso in questa stagione e dopo le due vittorie in stagione regolare vince gara uno dopo aver sofferto per i primi venti minuti, finiti 48.43, nonostante un’ottima partenza virtussina nel primo periodo finito 27-17. Al rientro in campo, i padroni di casa piazzano un altro parziale da 24-18 per il 72-61. Treviso non riesce a rientrare, Hunter (14) e Gamble, 16 punti con 6/6 da due e 4/4 ai liberi, danno l’80-68 al 35esimo. Belinelli (16) e Teodosic (11 punti e 9 assist) chiudono gara 1. Finisce 91-72. Fanno male alla De Longhi i 40 rimbalzi contro 28 e i 29 assist contro 14. 

HAPPY CASA BRINDISI - ALLIANZ TRIESTE 85-64

La sorpresa del campionato, Brindisi, ha superato le difficoltà legate al focolaio Covid e dopo aver chiuso al secondo posto vuole proseguire la sua cavalcata. Trieste gioca un buon primo quarto, 2-8, poi 21-18 al decimo. Brindisi cambia passo con le triple di Bell e Harrison: 34-22. Al riposo lungo è 43-28 (parziale da 22-10) con 26 rimbalzi già presi da Brindisi. Si segna poco ad inizio terzo periodo, Trieste sbaglia molti tiri liberi, Brindisi resta vanti 48-35 al 26esimo. C’è un pò di nervosismo in campo (doppio tecnico contemporaneo a Udom e Cavaliero), Trieste accorcia 57-45 al30esimo. Harrison e Bostic, rispettivamente 16 e 13 punti, sono ispirati, la New Basket resta avanti 72-57. Brindisi allunga e chiude 85-64 grazie anche a Perkins da 10 punti e 10 rimbalzi e Willis, 13 punti e 8 rimbalzi. Dominio a rimbalzo, 44-28 di cui ben 18 in attacco. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA