«"Strappare lungo i bordi" troppo romanesco», Zerocalcare risponde alle polemiche sulla serie cult. «Come ve va de ingarellavve...»

La serie Netflix è già diventata un cult superando Squid Game e le nuove puntate di Narcos

«"Strappare lungo i bordi" troppo romanesco», Zerocalcare risponde così alla polemiche sulla serie cult
2 Minuti di Lettura
Martedì 23 Novembre 2021, 15:50

"Strappare lungo i bordi" di Zerocalcare è la sere Netflix più vista in Italia. Ma a fare compagnia al grande successo della produzione streaming, come spesso succede, sono anche le polemiche. Una tra tutte ha interessato il fumettista romano, accusato di aver prodotto un fumetto animato «troppo romanesco» e dunque poco comprensibile per quanti non capiscono il dialetto. La replica di Zerocalcare non tarda ad arrivare, spogliatamente ornata dal suo stile inimitabile.

Le replica di Zerocalcare: «Come ve va de ingarellavve»

"Strappare lungo i bordi", la serie di Zerocalcare uscita su Netflix il 17 novembre scorso, è già diventata un cult superando Squid Game e le nuove puntate di Narcos. I suoi modi di dire e i personaggi storici che da sempre vivono il mondo del fumettista, sono i punti di forza della serie, che è anche il primo prodotto animato creato in Italia a finire tra le tendenze del servizio di streaming. Alla polemica sul dialetto romanesco, l'unica in grado di sollevare dubbi sul grande successo, il fumettista ha risposto tramite un post twitter. «Madonna regà ma come ve va de ingarellavve su sta cosa», ha scritto con l'apprezzata ironia che lo contraddistingue.

Video

© RIPRODUZIONE RISERVATA