All'Auditorium Parco della Musica serata di beneficenza per l'ospedale Bambino Gesù

Martedì 10 Dicembre 2019 di di Federica Rinaudo
Gigi Miseferi, Antonio Giuliani, Andrea Perroni, Lallo Circosta e Antonello Costa

Sorrisi e solidarietà, un legame che diventa indissolubile e che può, anche solo con una serata, regalare una ricca dose di spensieratezza. Accade quando il mondo dello spettacolo si unisce creando un ponte tra palco e platea con lo scopo di dare vita ad una comicità speciale, quella che non è fine a se stessa ma che si rende portatrice di un messaggio positivo. E così ieri sera la Sala Sinopoli dell’Auditorium Parco della Musica ha ospitato “1 x Tutti, Vite che aiutano la Vita”, un evento di cabaret e musica finalizzato ad una raccolta fondi a sostegno dell’accoglienza per l’ Ospedale Bambino Gesú.
 

 

Una storia di intrecci, come le mani che si stringono e diventano simbolicamente l’essenza di un progetto che ha bisogno di aiuto. Sul palco un gruppo di amici, attori e cantanti, consapevoli di avere un compito importante: tenere alto l’umore del pubblico e cacciare via, almeno per qualche ora, i pensieri negativi di una realtà quotidiana che pesa drammaticamente. La sala è gremita, così colma di bambini e genitori e del loro entusiasmo genuino. In attesa dell’apertura del sipario c’è chi gioca, chi si fa coccolare dalla mamma. Tante famiglie per una kermesse del cuore inserita nel calendario delle manifestazioni ufficiali per i 150 anni dell’ Ospedale Pediatrico, con l’obiettivo di supportare i progetti di accoglienza per quei nuclei familiari in stato di necessità che devono assistere i propri figli ricoverati in lungodegenza lontani da casa.
La “Mission smile”, viene introdotta da Chiara Giallonardo e Nicola Cilento, con la regia artistica di Gigi Miseferi, e vede alternarsi un cast di professionisti del buonumore. Ecco Antonio Giuliani alle prese con un viaggio tra le follie natalizie e le differenze tra i cenoni di Roma Sud e Roma Nord: «Parliamo anche dell’albero di Natale - spiega divertito il comico, originario di Primavalle - a Roma Nord è adornato e a Roma Sud è addobbato». Risate a crepapelle anche con Andrea Perroni, Antonello Costa, Lallo Circosta, ognuno impegnato con il proprio stile a cercare di far comprendere che qualche volta, con un pò di buona volontà, si può tentare di trovare il lato comico anche nelle cose più difficili: un modo per allentare la tensione e provare ad aprire le braccia alla speranza. Dirompente l’arrivo in note della Band Larga con la travolgente simpatia dello stesso Miseferi, che lascia il testimone poi a Daniele Si Nasce, grande interprete delle canzoni di Renato Zero, Mimmo Ruggiero. Arrivano anche il Coro Mani Bianche Roma, il Coro che Non C’è, il Coro in Maschera di Ariccia e tanti altri. Tra i presenti la vice presidente del Coni, che ha patrocinato l’iniziativa, Alessandra Sensini, orgogliosa di mostrare nel foyer una selezione di memorabilia appartenute ai grandi campioni, il presidente dell’associazione Bambino Gesù, Luca Benigni, che stringe teneramente i due orsetti di peluches, “Puccio e Tato”, realizzati appositamente da un’azienda per la struttura sanitaria pediatrica, punto di riferimento per tutta l’Italia. Gran finale con Vincent Candela e la bellissima Adriana Volpe, tutti sul palco per amore dei bambini.
 

Ultimo aggiornamento: 10:52 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Sui bus e la metro di Roma le voci parlano strano: fermate “Gnogno” e “Megabyte 1”

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma