ROMA

Roma, c'è Matilda sul set: caccia al selfie a piazza Farnese

Mercoledì 21 Agosto 2019 di Lucilla Quaglia
Matilda De Angelis

Si gira nel cuore della Città Eterna. Avvolta in un corto outfit verde con delicati fiorellini bianchi stampati, la bruna attrice Matilda De Angelis si gode la pausa caffè all’ombra dell’antico atrio dello storico Palazzo del Gallo. Ideata con grande maestria dall’architetto Baldassarre Peruzzi, la residenza è stata dimora di Giulia Bonaparte ed è famosa per alcune scene girate da Pietro Germi per “Un maledetto imbroglio”. Il prezioso edificio si affaccia su piazza Farnese, dove sono da poco ripresi i ciak del film “The big Other”, diretto da Jan Schomburg, con la De Angelis protagonista nel ruolo di Maria. L’attrice, ammirata accanto a Stefano Accorsi nel film “Veloce come il vento”, nella finzione è una novizia che vive un’intensa storia d’amore con un ragazzo di nome Greg. Fa molto caldo e l’artista, equipaggiata con zainetto etnico, sfrutta il break per chiacchierare con la collega Anna Bonaiuto, in black, borsa bianca e nera come la collana, fascia scura tra i candidi capelli e zeppe. Le due sono molto prese. Forse analizzano i dettagli della scena che segue.
 

 

Più in là tutto un fermento di tecnici e operatori, un gran su e giù per le antiche scale del palazzo: si preparano i dettagli degli interni da girare nell’abitazione dell’agente cinematografica Patrizia Brandimarte e del suo aristocratico compagno Gregorio del Gallo di Roccagiovine. Sono loro ad aprire le stanze della propria ala per i passaggi indoor. Ma il lavoro è frenetico anche per collocare giraffe, microfoni e luci accanto alla celebre fontana dello slargo. Dalla classica sedia di regia, posizionata al lato della piazza, Schomburg non si perde una virgola.
Si parla, tra il folto pubblico di curiosi e addetti ai lavori nel frattempo sopraggiunto, di questa produzione tedesca che include anche danzatori e danzatrici, scelti dopo una lunga selezione estiva. Perché la trama prevede vari momenti di ballo. Il film ha tra l’altro vinto il bando Lazio Cinema International assieme a “Tre piani” di Nanni Moretti e “Pinocchio” di Matteo Garrone. Per festeggiare con la Brandimarte l’avvenimento d’eccezione, passano tanti amici glam. A cominciare dal regista Eugenio Cappuccio e poi la bionda Elena Bouryka che saluta la bellissima Zeudi Araya con il figlio Michelangelo.
Ci sono Graziano Scarabicchi, Jinny Steffan, Damiano Caltagirone, che parteciperà al set previsto al Pigneto dopo piazza Farnese, e Alessandro Camponeschi. Qualcuno tenta un selfie con la De Angelis, ma la sicurezza interviene ed evita l’approccio. Si prosegue fino a tardi, mentre il crepuscolo romano fa da silenzioso sfondo alla creazione dell’opera. E’ la Hollywood sul Tevere, che impazza d’estate.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Livercool vs A.C. Tua, quando il Fantacalcio imbarazza il nonno

di Raffaella Troili

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma