ROMA

Quel calcio di rigore tra paure e leggende

Martedì 17 Settembre 2019 di Andrea Nebuloso
Qualche anno fa De Gregori cantava la paura di sbagliare un calcio di rigore, oggi è Alessandro Bonan a raccontare questo sentimento ne La giusta parte. Ieri sera il libro è stato presentato al Circolo Canottieri Aniene. La serata è stata l'occasione per raccontare tanti aneddoti legati al calcio e soprattutto rispetto al momento più importante di una partita: il tiro dagli undici metri. All'evento ecco il ct della Nazionale, Roberto Mancini, che insieme all'ex compagno della Lazio, Luca Marchegiani e all'ex centrocampista azzurro e della Juventus, Marco Tardelli ha dato vita a un siparietto che ha divertito gli ospiti. «Quando si è sul dischetto - ha detto Mancini - si ha sempre un po' di paura perché la gente si aspetta il gol», «Anche io avevo timore - ha confermato Marchegiani - ma cercavo di non farla vedere soprattutto ai miei compagni. Il portiere deve dare l'esempio». Un numero uno di nome e di fatto. «Io non avevo paura - è intervenuto Tardelli fra gli applausi - tanto i rigori li tirava Mancini». Alla serata - introdotta dal saluto del presidente dell'Aniene, Massimo Fabbricini e dalla presentazione dell'opera da parte del socio storico del circolo, Federico Vecchio - hanno partecipato anche Angelo Mangiante e Paolo Calabresi.  © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Chiamare il 112 svedese e scoprire che è peggio di quello di Roma

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma