ROMA

Mezzanotte con Brodinski, l'estro francese dei dj sbarca a Roma al Goa Club

Giovedì 7 Novembre 2019 di Marco Pasqua
ll “bromance” è un rapporto stretto, amicale, tra due o più uomini. E’ così profondo, che in alcuni casi si può parlare di amore fraterno, anche se la relazione non è vincolata da legami di sangue. Non è un caso che Louis Rogé, meglio noto come Brodinski, abbia scelto questo nome per la sua etichetta, lanciata nel 2011 con il suo manager, Manu Barron. «Scelgo chi produrre con questa label se mi piace la sua musica, ma la cosa più importante è che ci sia una intesa – ha detto in un’intervista il dj e producer francese – Quando, con Barron, abbiamo iniziato questa avventura, abbiamo pensato di supportare gli artisti che sosteniamo e che stimiamo. E’ come se fossimo una famiglia, quando lavoriamo insieme». Oggi Brodinski è uno dei produttori più eclettici nel mondo dell’elettronico e dell’hip hop: ha avuto il merito di modificare e contaminare la techno e la electro francese, lanciando artisti come Gesaffelstein, The Blaze e Club Cheval. Dopo essersi trasferito a Parigi, dalla regione dello Champagne, è diventato presto dj al Social Club. Ma il trasloco più importante è quello che lo porterà ad Atalanta. Perché dopo essere cresciuto con la musica elettronica, dopo aver amato il rap, qui inizia a coltivare l’R&B e la trap. Il risultato sarà un’amalgama unica nel panorama musicale: «Ci ho messo 4 anni per riuscire ad unire questi mondi così diversi. Non penso di aver dato vita ad un nuovo genere, piuttosto ho iniziato a dar vita a quell’insieme di sound che ho sempre amato». E ad Atalanta inizia a collaborare con i maggiori rapper, dando via all’album d’esordio, “Brava”, il cui stile si avvicina molto alla techno. Tra i suoi fan, va annoverata la stella mondiale Kanye West, che lo ha voluto con sé durante la realizzazione dell’album “Yeezus”.
  Ultimo aggiornamento: 8 Novembre, 13:01 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Lozzi e il derby dei Casamonica, da Virginia solo una passerella

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma