Livorno, Festival Mascagni 2021: la nuova edizione dedicata a donne, musica e mare

Festival Mascagni 2021: un'edizione dedicata alle donne, la musica e il mare
4 Minuti di Lettura

E’ stato presentato ufficialmente dal Teatro Goldoni di Livorno il Festival Internazionale Pietro Mascagni che partirà domenica 25 luglio nella suggestiva cornice delle Secche della Meloria, per concludersi giovedì 16 settembre dalla Terrazza Mascagni sul lungomare della città, luogo dedicato proprio al compositore labronico. Filo conduttore di questa edizione sarà “#Musicasalmastra”.

A illustrare le finalità e gli appuntamenti, durante la conferenza di presentazione, c'erano il sindaco di Livorno e presidente della Fondazione Goldoni, Luca Salvetti, l’assessore alla Cultura del Comune di Livorno Simone Lenzi, il direttore della Fondazione Goldoni Mario Menicagli e il direttore Artistico del Mascagni Festival Marco Voleri.«Dopo tanti mesi così difficili, vogliamo tutti tornare a vivere iniziando da un sorriso, - ha ammesso il sindaco Luca Salvetti-e questa è un’iniziativa che fa bene all’anima». 


60 spettacoli e 500 artisti da 13 Paesi di tutto il mondo: al via il 25 giugno il Festival di Spoleto

«#Musicasalmastra è il titolo dell’edizione del Mascagni Festival 2021. Una manifestazione che farà di tutto per rimanere sulla pelle e negli occhi di chi ascolta. Sarà un viaggio nella musica mascagnana, con contaminazioni ora moderne, ora sullo stile Listziano. Un viaggio nelle composizioni di Mascagni e nei luoghi che ha vissuto: da piazza delle Erbe a Castel Sidney Sonnino, da Lago Alberto alla terrazza Mascagni, fino alle secche della Meloria. Un viaggio nella musica pieno di debutti e prime assolute. Oltre ad una serie di concerti del Mascagni Festival in Italia e all’estero parte il progetto #terremascagnane, che avrà negli anni la finalità di creare un fil rouge tra il Mascagni Festival ed i luoghi mozzafiato della provincia livornese. Grazie alla musica l’uomo ritrova in sé l’armonia con il mondo, in un viaggio che percorre le stagioni della vita». Con queste parole è intervenuto alla presentazione per la stampa il Maestro Marco Voleri. 
 

Il Mascagni Festival nasce con l’intento di rendere omaggio a un Uomo che rappresenta il massimo esponente del verismo in musica con tutta la sua carica innovativa. Un’edizione davvero speciale e non solo per la sfida che vuole affrontare e la voglia di rilanciare la cultura e la musica live, ma perché quest’anno il Festival vedrà al centro la figura della Donna. Per questo le musiche del compositore, che già all’epoca si era conquistato la fama di influencer dell’universo femminile, saranno eseguite dal Direttore d’Orchestra Beatrice Venezi, reduce dalla sua presenza al Festival di Sanremo e dalla famosa Direttrice d’Orchestra Gianna Fratta.
Un festival in continua evoluzione che quest’anno in collaborazione con i Comuni di Castagneto Carducci, Campiglia Marittima e Bibbona vuole affacciarsi su altre #terremascagnane e realizzare eventi nell’intera provincia livornese, con la finalità di unire turismo e cultura, in nome di un compositore che ha ancora molto da dare e raccontare.

Festival Libere di essere: informazione e comunicazione contro la violenza di genere

Saranno tanti gli appuntamenti che renderanno unica questa edizione 2021 che vuole percorrere un “viaggio” fantastico e coinvolgente sul territorio toscano attraverso i capolavori del grande Compositore. Anche la recitazione sarà protagonista già dalla serata di apertura ufficiale che si svolgerà nello splendido scenario delle Secche della Meloria, famoso per i suoi scogli che affiorano nel Mar Tirreno a ovest di Livorno. Il recital musicale avrà come voce narrante l’attore di fama internazionale Michele Placido, vincitore dell'Orso d'Argento nel 1979 per il miglior attore al Festival di Berlino per il film “Ernesto” di Salvatore Samperi e 4 David di Donatello. La serata di domenica 5 settembre dedicata alle “prospettive dell’amore dal punto di vista di Mascagni”, vedrà la partecipazione di Laura Morante, vincitrice del David di Donatello nel 2001 e due Nastri D’argento, insieme ad Agnese Claisse. 

Giovedì 13 Maggio 2021, 14:43
© RIPRODUZIONE RISERVATA