Roma, focolaio Covid in Assemblea Capitolina: positivi la presidente Svetlana Celli e 2 consiglieri

Contagiata la dem Svetlana Celli, era in aula giovedì ma il sindaco Gualtieri non c'era. Ipotesi sedute solo online

Roma, focolaio Covid in Assemblea Capitolina: positivi la presidente Svetlana Celli e 2 consiglieri
di Lorenzo De Cicco e Francesco Pacifico
3 Minuti di Lettura
Domenica 12 Dicembre 2021, 09:31 - Ultimo aggiornamento: 10:41

Focolaio in Assemblea capitolina. Ieri pomeriggio la presidente dell'Aula, Svetlana Celli, ha comunicato via Whatsapp a tutti i colleghi di essere risultata positiva al Covid dopo aver effettuato il test rapido. Con lei ci sarebbero altri due consiglieri (entrambi del Pd) nelle stesse condizioni. Molto probabilmente, dalla prossima settimana, le sedute in Aula Giulio Cesare torneranno in modalità video-call, come avvenuto nella scorsa consiliatura durante i mesi più duri della pandemia.

Focolaio in Assemblea, corsa al test

Tra i 48 consiglieri comunali, sia di maggioranza che di opposizione, c'è agitazione. Celli nei giorni scorsi si è fatta iniettare la terza dose del vaccino. Chi ha parlato con lei, racconta che avrebbe lievi sintomi influenzali e che in queste ore aspetta l'esito del tampone di conferma, quello molecolare, per avere la diagnosi definitiva.
La presidente dell'Aula Giulio Cesare, dopo avere avvertito gli altri eletti via chat, ha anche chiamato i componenti del suo staff e i dipendenti comunali che lavorano a stretto contatto con lei a Palazzo Senatorio. Subito la macchina del Campidoglio ha disposto la sanificazione dell'Assemblea capitolina e di tutti gli uffici dove lavora il personale che si occupa del funzionamento del Consiglio. È stato anche deciso di tenere nei prossimi giorni a casa in isolamento precauzionale sia i consiglieri sia i dipendenti comunali. Per capire qualcosa in più sul funzionamento del Consiglio nelle prossime settimane, bisognerà aspettare la riunione dei capigruppo di domani, non a caso convocata online.


Ieri tutti gli eletti capitolini e gli impiegati sono corsi a fare il tampone antigenico. Anche perché Celli martedì scorso ha partecipato alla conferenza stampa di accensione dell'albero di Natale in piazza Venezia, alla quale hanno presenziato sia il sindaco Roberto Gualtieri sia il ministro delle Infrastrutture, Enrico Giovannini. Giovedì scorso, invece, ha guidato i lavori dell'Aula. Gualtieri non c'era, alcuni assessori sì. Dallo staff di Celli spiegano che martedì la presidente si era collocata a distanza dal primo cittadino, mentre giovedì è rimasta seduta nel suo scranno a debita distanza dagli altri membri del Consiglio, dove vige il distanziamento di oltre un metro e l'obbligo di mascherina. Soprattutto, questa settimana, non avrebbe partecipato a riunioni con altre persone in locali più piccoli della sala dell'Assemblea.


Due consiglieri del Pd sarebbero risultati positivi al test rapido. Uno dei due avrebbe anche avuto la conferma del contagio dopo essersi sottoposto a un tampone molecolare. Entrambi sarebbero asintomatici. Sempre nella politica romana, la scorsa settimana il neo presidente dell'XI Municipio, Gabriele Lanzi, ha annunciato di aver contratto il Covid.

© RIPRODUZIONE RISERVATA