ROMA

Ue come Auschwitz, Virginia Raggi revoca l'incarico al vignettista Mario Improta. Lui: «Contro di me fango ipocrita»

Lunedì 16 Dicembre 2019
6
Ue come Auschwitz, la Raggi ​revocato l'incarico al disegnatore Mario Improta

A seguito del caso esploso sulla vignetta in cui la Ue veniva paragonata al lager di Auschwitz, Virginia Raggi ha revocato l'incarico al disegnatore Mario Improta. La Sindaca, secondo quanto si apprende, ha sentito telefonicamente il disegnatore e gli ha chiesto di interrompere immediatamente la collaborazione a titolo gratuito con Roma Capitale. «Patetica e strumentale montagna di fango», replica furioso il vignettista.

Ue come Auschwitz, la comunità ebraica: «La satira non si fa sulla Memoria: il Comune interrompa rapporti con vignettista»

Dopo la diffusione della vignetta incriminata Raggi aveva preso subito le distanze, precisando che nulla aveva a che fare con l'amministrazione. La frittata, però, ormai era fatta. Dura la protesta della Comunità ebraica di Roma, la cui presidente Ruth Dureghello aveva definito un «errore pericoloso fare satira utilizzando Auschwitz», soprattutto visto che l'autore si è occupato per il Campidoglio «di produrre materiale per gli studenti». È stata in primis proprio la Dureghello a chiedere al Comune di interrompere «quanto prima» la collaborazione con Improta. Cosa che è prontamente avvenuta.
 


Viaggio della memoria cancellato, gli studenti al sindaco: «Auschwitz, noi abbiamo visto le atrocità»

La replica dell'artista è arrivata su facebook: «La patetica e strumentale montagna di fango che sto subendo per aver osato equiparare la Unione Europea ad un campo di sterminio è la cifra dello schifo del pensiero unico, del politicamente corretto, messo in atto da una banda di criminali che ha devastato l’economia, ridotto alla fame 5 milioni di italiani e accettato senza discutere l’orrore della Grecia. Ma io non sarò mai come voi, ipocriti», attacca Improta.


Pd polemico. «C'è voluto l'intervento #AuschwitzMuseum, dureghello e la mobilitazione del pdnetwork e della società civile sdegnata per spingere virginiaraggi a fare, tardi, quello che avrebbe dovuto evitare di fare: affidare a #Marione la sua propaganda mascherata da educazione civica». Così il deputato del Pd Filippo Sensi commenta su twitter la revoca della collaborazione col Campidoglio da parte della sindaca Virginia Raggi col disegnatore Mario Improta che aveva realizzato una vignetta in cui l'Ue era paragonata alla latrina.

Ultimo aggiornamento: 17 Dicembre, 08:17 © RIPRODUZIONE RISERVATA