Roma, maltrattamenti sulla compagna incinta, arrestato 31enne dominicano

Roma, maltrattamenti sulla compagna incinta, arrestato 31enne dominicano
3 Minuti di Lettura

Non si è fermato davanti a nulla, neanche davanti alla nuova vita che la compagna portava in grembo. L'uomo, un 31enne originario della Repubblica Dominicana, è arrivato perfino a spegnerle addosso dei carboni ardenti di un narghilè. Solo a quel punto, la vittima si è convinta, spinta anche dalla madre, a denunciarlo. L'aggressore è finito in manette perché responsabile di continue minacce, maltrattamenti e aggressioni fisiche.

LEGGI ANCHE Pugni e calci alla moglie di fronte ai figli piccoli, arrestato 34enne a Roma

I due convivevano da meno di un anno e, fin dall'inizio, l'uomo si era reso autore di ingiurie, maltrattamenti, percosse e aggressioni di ogni tipo nei confronti della donna che, inizialmente, giustificava lividi ed ematomi, come incidenti domestici dinanzi ai medici e ai poliziotti intervenuti più volte a seguito di segnalazioni per liti. Lui minacciava di fare del male alla madre della vittima se avesse denunciato. Soltanto dopo l'ultimo gesto estremo di violenza, e grazie alI'insistenza della madre, la vittima si è decisa a presentare denuncia.

LEGGI ANCHE Ragazzina denuncia il patrigno: «Abusi su mamma per 4 anni, si infilò anche nel mio letto»

È stato a quel punto che l'autorità giudiziaria ha emesso un provvedimento di custodia cautelare e l'uomo è stato rintracciato dai poliziotti del commissariato Flaminio e condotto in carcere a Regina Coeli. Ora è indagato per maltrattamenti: il reato, aggravato dal fatto che la vittima durante le aggressioni si trovava in stato di gravidanza, nonché per lesioni aggravate.

Lunedì 4 Novembre 2019, 12:10 - Ultimo aggiornamento: 17:03
© RIPRODUZIONE RISERVATA