PIETRO GENOVESE

Incidente Corso Francia, due testimoni in auto con Genovese: il 20enne agli arresti domiciliari

Giovedì 26 Dicembre 2019 di Michela Allegri
2
Incidente Corso Francia, due testimoni in auto con Genovese:

Due amici erano in macchina insieme a Pietro Genovese, appena arrestato - ai domiciliari - con l’accusa di omicidio stradale: sabato notte, su Corso Francia, il figlio del regista Paolo, al volante del suo Suv, ha investito e ucciso Gaia Von Freymann e Camilla Romagnoli

LEGGI ANCHE:-> Incidente Corso Francia, Pietro Genovese agli arresti domiciliari
 

 

Il gip, disponendo l’arresto, non ha riconosciuto l’alterazione dovuta all’assunzione di stupefacenti: dalle analisi è emerso che il giovane aveva assunto cocaina e oppiacei, ma non è possibile stabilire quando precisamente avesse fatto uso di droghe. È stata invece riconosciuta la guida in stato di ebbrezza: Genovese aveva un tasso alcolemico di 1,4. E dalle indagini è emerso che il ragazzo aveva varie sanzioni amministrative per guida pericolosa, che gli erano costante diversi punti della patente presa da poco: era passato più volte con il semaforo rosso. Circostanza che, per gli inquirenti, rende il soggetto pericoloso.
 
 

Leggi anche:-> Roma, incidente Corso Francia: domani i funerali di Gaia e Camilla
 

Ultimo aggiornamento: 27 Dicembre, 12:54 © RIPRODUZIONE RISERVATA