Roma, il centrodestra ancora senza candidato. Bertolaso resiste, Meloni: serve un vertice

Roma, il centrodestra ancora senza candidato. Bertolaso resiste, Meloni: serve un vertice
di Francesco Pacifico
4 Minuti di Lettura
Mercoledì 17 Marzo 2021, 08:13

Giorgia Meloni, stanca di aspettare, sferza gli alleati e chiede di convocare a breve il tavolo dei leader per stabilire il candidato per il Campidoglio. Perché il centrodestra, sul nome da scegliere per correre alla poltrona di sindaco, è ancora in alto mare. Più precisamente, una personalità forte ancora non c'è. Ufficialmente Lega, Fratelli d'Italia e Forza Italia attendono che il centrosinistra sciolga ogni riserva sull'ex ministro Roberto Gualtieri per poi rendere pubblica la loro mossa.

Roma, Gualtieri accelera: il Pd in tilt sulle alleanze, sul tavolo le questioni Raggi e Calenda


Su questo fronte, al momento, gli unici veramente in corsa restano Andrea Abodi, presidente del Credito sportivo e già presidente della Lega di serie B di calcio (di fatto bocciato da Matteo Salvini) e Guido Bertolaso. L'ex capo della Protezione civile ora in Lombardia per risolvere la grana vaccini, è stato rilanciato proprio ieri dal segretario della Lega e dagli azzurri con la senatrice Licia Ronzulli, ma non entusiasma FdI e la sua leader, Meloni.
C'è ancora tanto da lavorare dietro le quinte, anche perché quello che veramente interessa capire allo schieramento è se il Pd riuscirà a trovare un accordo con i Cinquestelle - ma per farlo deve far fare un passo indietro Virginia Raggi - già al primo turno. E a quel punto sarà necessario cambiare strategia: non più un tecnico, un uomo o una donna proveniente dalla società civile, ma un politico a tutto tondo.

Nicola Zingaretti, cosa cambia nel Pd (e le ricadute su Roma) dopo l'annuncio delle dimissioni


SICUREZZA
In pubblico, però, il centrodestra ostenta sicurezza. Salvini ha fatto sapere: «A sinistra c'è una bella abbondanza: Calenda, Gualtieri, Raggi, e altri auto-proposti. Io conto che il centrodestra avrà una sola candidatura. Io continuo a ritenere che Guido Bertolaso sarebbe la scelta migliore per Roma e i romani». Più articolato, e incentrato sul metodo, il ragionamento di Meloni: «Gualtieri avrebbe dato la sua disponibilità? Ben venga, non temiamo francamente nessuno». Per poi aggiungere di aver dato una sferzata agli alleati per chiudere questo dossier. «Il centrodestra - ha spiegato - era parecchio avanti, è stato chiesto ieri (lunedì, ndr) di tornare a convocare il tavolo della coalizione, che chiaramente non si incontra da qualche settimana per l'avvento del nuovo governo». Quindi promette: «Quanto prima saremo in grado di mettere in campo un candidato sindaco sorretto anche da un programma serio di persone che hanno davvero a cuore il destino della Capitale».

Elezioni comunali a Roma, Bertolaso: «Non mi candido». L'ipotesi del rinvio a ottobre


Al tavolo del centrodestra i nomi saranno sostanzialmente due: Abodi e Bertolaso. Il primo, con una militanza giovanile a destra e lanciato dal ministro (leghista) Giancarlo Giorgetti, è sostenuto con una certa freddezza da FdI, che invece avrebbe lanciato senza remore Francesco Rocca. Ma difficilmente il presidente della Croce rossa italiana e di quella internazionale potrà lasciare questi incarichi. Meloni si è affrettata a smentire veti sul presidente del Credito sportivo. Lo stesso Abodi avrebbe fatto capire che è disponibile a «mettersi in gioco per spirito di servizio verso Roma», ma sarebbe pronto a fare un passo indietro se il suo nome non avesse l'appoggio di tutti. A maggior ragione dopo che qualche giorno fa Salvini, l'ha definito «una persona notevole, ma il profilo che più mi ha colpito è quello di Bertolaso».
SCENARI
Proprio l'ex capo della Protezione, informalmente, da Milano fa sapere di essere impegnato anima e corpo sul fronte della vaccinazione e di non essere neanche lui entusiasta di correre per il Campidoglio. Una situazione che potrebbe aprire a nuovi scenari, o meglio a nuovi papabili per sfidare Virginia Raggi e Roberto Gualtieri.

Comunali, da Roma alle altre città: rischio rinvio (per Covid) al 2 ottobre del voto per il sindaco. Le grandi manovre dei partiti

Manovra, Giorgia Meloni: «Il governo umilia Roma. Fondi e poteri, decida l’aula»
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA