Roma, si scaglia con un coccio di bottiglia contro i militari dell'Esercito, fermato

Mercoledì 19 Settembre 2018
Una pattuglia mista Carabinieri ed Esercito
Martedì sera, i carabinieri di Trastevere hanno arrestato un 43enne, originario della provincia di Bari ma senza fissa dimora che, in stato di alterazione, ha aggredito i militari dell’Esercito Italiano impegnati di vigilanzanell’ambito dell’operazione “Strade Sicure” nei pressi della stazione ferroviaria Trastevere. I militari che avevano notato l’uomo infastidire alcuni passanti e utenti in attesa dei treni, lo hanno invitato ad allontanarsi e ad uscire dalla stazione. Il 43enne, però, una volta in piazzale Flavio Biondo dava in escandescenze e, dopo aver raccolto una bottiglia in vetro, l’ha rotta e ha tentato di colpire con un coccio i militari. I carabinieri sono intervenuti prontamente disarmando e bloccando l’esagitato che li ha anche minacciati. L’arrestato, finito in manette con l’accusa di resistenza, violenza e minaccia a pubblico ufficiale, a causa del suo persistente stato di agitazione è stato trasportato dal 118 presso il reparto di psichiatria dell’ospedale Santo Spirito, dove si trova tutt’ora ricoverato per le cure mediche. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

“Chi era Trilussa?”: cosa rispondono i ragazzi di Trastevere

di Veronica Cursi