Roma, nel "Tiramisù day" la Capitale spiazza tutte le altre città italiane: prima nel 2017 per gli ordini a domicilio

Roma, nel "Tiramisù day" la Capitale spiazza tutte le altre città italiane: prima nel 2017 per gli ordini a domicilio
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 21 Marzo 2018, 11:29

A contendersene la ricetta, (da secoli) sono il Veneto e il Friuli-Venezia Giulia ma è sicuramente Roma a celebrarlo con più gusto e affetto. Nella giornata in cui si celebra il tiramisù, la Capitale sottoscrive un primato: quello di essere la città italiana con il maggior numero di consegne a domicilio fatte per il celebre dolce a base di savoiardi, caffè e mascarpone. A decretarlo, il report dell'osservato "Just-eat", l'app leader per ordinare pranzo e cena a domicilio.

Se infatti nel 2017 in dieci città italiane sono stati ordinati a domicilio 9.400 chili di tiramisù, Roma svetta in cima alla classifica con ordini pari a 3.900 chili complessivi e una crescita del 61% rispetto allo scorso anno. Tra l'altro, la città Eterna si distingue anche per altro, l'ordine più grande: 25 porzioni recapitate in un'unica consegna. Lo scorso 11 marzo, invece, sempre a Roma è stato fatto un ordine così composto: 3 tiramisù alla nocciola, 2 classici, uno al pan di stelle, 4 al kinder e 6 al pistacchio.

A essere preferita dai romani, la variante classica del dolce seguita poi negli ordini dalla coppa di tiramisù e dalle alternative ricette alla fragola e alla nutella&banana. A seguire, ecco Milano che con 1.700 chili di dolce ordinati lo scorso anno si differenzia da Roma in fatto di scelte: ad essere preferita nel capoluogo lombardo è la variante al pistacchio. A Torino (terza città per ordinativi), invece, non si rinuncia alla classicità con 850 chili di tiramisù ordinati nella ricetta tradizionale. A chiudere la classifica ci sono poi Bologna (397 kg), Verona (234 kg.), Firenze (224 kg.), Napoli (165 kg.), Bari (37 kg.) e infine Palermo (15 kg.).

© RIPRODUZIONE RISERVATA